in

Napoli, futuro Koulibaly: De Laurentiis ha già scelto

Il presidente dei partenopei al lavoro per costruire il Napoli che verrà, tra conferme e riflessioni

Kalidou Koulibaly, difensore del Napoli
Kalidou Koulibaly, difensore del Napoli

Napoli, il rinnovamento della società

Il Napoli starebbe pensando a un parziale rinnovamento societario in vista dell’estate. Primi movimenti si registrano attorno alla panchina, con Gattuso che perderebbe il posto a fine stagione in caso di mancato accesso alla zona Europa. E non solo. Il tecnico rischierebbe anche nell’eventualità in cui la Champions o l’Europa League venissero centrate, visto l’andamento altalenante della squadra.

Tuttavia, De Laurentiis avrebbe in mente cambiamenti in vista della costruzione della squadra del futuro, a partire dalla riduzione del monte ingaggi della squadra. La notizia è riportata da La Gazzetta dello Sport, secondo la quale la decisione del club avrebbe effetti rilevanti dal punto di vista delle uscite economiche. Il Napoli, ad oggi, ha un monte ingaggi pari a circa 105 milioni, una cifra che la colloca al quarto posto della classifica guidata dalla Juventus. Tra i principali indiziati alla cessione vi sarebbero Kalidou Koulibaly e Fabián Ruiz, per ovvie ragioni legate agli stipendi.

Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli

Napoli, la possibile cessione di Koulibaly

Il futuro del senegalese, al Napoli, è tutt’altro che certo. Se è vero che l’ingaggio di Ruiz non risulti particolarmente elevato (1,5 milioni l’anno), quello di Koulibaly pesa non poco sulle tasche di De Laurentiis. Il giocatore guadagna una cifra pari a circa 6 milioni di euro, e la sua eventuale cessione, associata anche a una plusvalenza economica, garantirebbe al Napoli un tesoretto di tutto rispetto. Koulibaly venne acquistato dal Genk per la cifra esigua di 8 milioni, ma oggi il cartellino del difensore vale quasi 8 volte tanto: transfermarkt.it lo valuta ben 60 milioni.

Cedere Koulibaly, per De Laurentiis, non dovrebbe essere nemmeno troppo complesso: già in passato il giocatore era stato accostato a diverse squadre di Premier, top club in grado di permettersi l’intero valore del suo cartellino. Da questo punto di vista, il presidente potrebbe non fare alcuno sconto: il cartellino del senegalese andrà in scadenza nel 2023, il che significa non poter contare su un’eventuale cessione a parametro zero da parte del Napoli.

Dzeko e Mayoral, attaccanti della Roma

Roma, Dzeko e Mayoral: un matrimonio fallimentare

Atalanta, Castagne inserito nella lista Champions

Atalanta-Real Madrid, Gasperini elogia Zidane: “Ha il calcio nel DNA”