in

Napoli, Gattuso ringhia: di buono ci sono solo i tre punti

Gennaro Gattuso, allenatore del Napoli @imagephotoagency
Gennaro Gattuso, allenatore del Napoli @imagephotoagency

Non è stato un Napoli brillante. Questo lo sa anche Gattuso che nel post-partita si è detto furioso per una approccio alla gara spocchioso. “Credevamo di essere venuti in gita, invece ce l’hanno fatta sudare”. I cali di tensione e di concentrazione nel calcio moderno sono più gravi di una diagonale sbagliata o di un ultimo passaggio fatto male perchè possono compromettere competizioni intere. Eppure il Napoli ci era già caduto. La sconfitta subita fra le mura amiche del San Paolo, contro un AZ Alkmaar decimato dal Covid, doveva fungere da campanello da allarme che, però, non è stato colto.

Ieri, in Croazia, la gara si era messa davvero male e per un tempo abbondante il Napoli non è di fatto sceso in campo. A differenza di due settimane fa, però, il gol del pareggio ha stappato la gara e ha fatto emergere tutte le qualità degli azzurri. Gattuso non può ritenersi, esigente com’è, totalmente soddisfatto. Certo, in questo tipo di gare e dopo un esordio deludente, il risultato era il fattore più importante ma il Napoli queste partite deve ammazzarle, nel senso buono della parola, si capisce.

Troppa spocchia e troppa convinzione che, in un modo o nell’altro, magari per inerzia, la gara si sarebbe tinta di azzurro. Cosa che poi effettivamente è successa ma che il Napoli ha seriamente rischiato di non fare. Gattuso si prende i tre punti ma la sensazione è che, dopo il rimprovero fatto in pubblico, ringhierà ancora a lungo e nel corso di ogni seduta d’allenamento.

Commenti

Lascia un commento

Loading…

0

Vota Articolo

676 points
Upvote Downvote
Borja Mayoral (Roma)

Roma, Fonseca dà il 5 alla squadra: si sblocca Borja Moyoral

Milik (Napoli)

Calciomercato Inter, Conte all’attacco: Milik a gennaio concreta realtà