in

Napoli, Insigne e non solo: i tagli di De Laurentiis

Lorenzo Insigne corre con la maglia dedicata a Maradona
Lorenzo Insigne corre con la maglia dedicata a Maradona @Image Sport

Il Napoli è protagonista di una politica di contenimento costi non indifferente. Il bilancio si è chiuso in rosso e la voce più pesante resta quella relativa agli stipendi, come confermato da La Gazzetta dello Sport. Tra i più ingenti figurano quello di Koulibaly, con 6 milioni di ingaggio, Mertens e Manolas, oltre ai 4,6 percepiti da Lorenzo Insigne. Dei nomi appena menzionati, il greco è l’unico certo della permanenza e De Laurentiis starebbe pensando di imporre dei tagli sui compensi.

Il caso Insigne è particolare, vista la scadenza del contratto a giugno 2022 e la richiesta di adeguamento a 5 milioni di euro. Di contro, il Napoli vorrebbe ridurre del 30% il suo ingaggio ed offrire così 3,5 milioni per il rinnovo. Senza di esso, è impensabile continuare insieme ma il capitano è desideroso di finire la carriera con la maglia azzurra. Le parti si riaggiorneranno a partire dal ritiro di Dimaro, mentre De Laurentiis valuta ogni offerta. Soprattutto per Koulibaly, il più richiesto, e lo spagnolo Fabian Ruiz. Entrambi sono valutati 50 milioni.

Sullo stesso argomento
Napoli, incognita Insigne: rinnovo ancora distante