Menu

Napoli, Insigne sigla il patto scudetto per Maradona

Lorenzo Insigne, attaccante del Napoli @Image Sport
Lorenzo Insigne, attaccante del Napoli @Image Sport

La città di Napoli è da sempre fortemente legata al misticismo: dalla leggenda dell’uovo del poeta Virgilio alla figura di San Gennaro, giungendo persino a Maradona.
Il culto di Maradona è profondamente ancorato nelle radici della città, che venera il Diez argentino per eccellenza come una divinità o per meglio dire come un nuovo patrono. A Maradona sarà dedicato lo stadio, che nel 1963 fu denominato San Paolo per la tradizione secondo cui Paolo di Tarso arrivò in Italia attraccando nella zona attuale di Fuorigrotta: da un Santo al Dio del calcio.

LEGGI ANCHE  Juventus-Napoli, Di Lorenzo: "Il campo non aiuta, ma dobbiamo mettercela tutta"

Il Napoli è sceso in campo, domenica sera contro la Roma, in compagnia di Diego che ha messo una mano sul terreno di gioco, sulle menti dei giocatori e sui loro cuori per guidarli all’unico obiettivo di quella gara: vincere. “E’ successo nel segno di Diego” ha detto il capitano Lorenzo Insigne, “volevamo fare bene per Diego, tutta la città sta soffrendo, tutti noi stiamo male. Diego era il nostro idolo. Volevamo dedicargli una bella vittoria con una prestazione all’altezza e sono felice perché ci siamo riusciti”.

LEGGI ANCHE  Juventus-Napoli, Paratici: "Voltiamo pagina. Contenti per Cuadrado, Ronaldo..."

La partita contro la Roma non è mai stata messa in discussione, gli uomini di Gattuso infatti hanno giganteggiato in campo come non facevano da tempo, mossi dall’amor che move il sole e l’altre stelle – direbbe Dante – lasciando da parte ogni dubbio passato sul carattere, sul cuore e sulle potenzialità di una squadra che ha preso la sofferenza del suo popolo e l’ha usata come forza motrice per onorare e ringraziare Maradona. Gli azzurri vincono convincendo, dopo prestazioni deludenti e sottotono tornano a far calcio, segnando la rete dell’1-0 con il capitano, figlio di Napoli, nella specialità dell’altro figlio di Napoli, Maradona. Un copione già scritto.

LEGGI ANCHE  Coppa Italia, date e orari dei quarti di finale

Mister Gattuso ritrova finalmente la sua squadra, compatta e rapida, capace di annichilire una Roma che fino a quel momento aveva collezionato 5 vittorie consecutive, tra campionato ed Europa League, e di rispondere alla sue richieste, imponendo il proprio gioco e non soffrendo praticamente mai durante i 90′.
La vittoria contro la Roma permette al Napoli di risalire in classifica e accomodarsi vicino alla vetta, a -6 dalla capolista, permettendosi così di poter sognare una stagione che di terreno non ha nulla, come la sua città. Vincere per Diego, è questo quello che dice Lorenzo Insigne alla sua squadra negli spogliatoi del suo tempio, consapevole che d’ora in poi il suo Napoli potrà contare su un aiuto celeste, o per meglio dire azzurro.

Ti potrebbe interessare

Back to Top

Ad Blocker Rilevato!

Il nostro è un giornale gratuito ed offriamo informazione regolarmente tutti i giorni senza richiedere alcun abbonamento. Le nostre uniche fonti di guadagno provengono dalle campagne pubblicitarie presenti sulle pagine del nostro portale. Per continuare a sfogliare le nostre pagine disattiva Ad Blocker per permetterci di continuare a coltivare le nostre passioni. Grazie mille e continua a leggere le pagine di Footballnews24.it

How to disable? Refresh

Add to Collection

No Collections

Here you'll find all collections you've created before.