in

Napoli-Juventus 1-0, rivincita Insigne: Pirlo cade contro Gattuso

Lorenzo Insigne, attaccante del Napoli @Image Sport
Lorenzo Insigne, attaccante del Napoli @Image Sport

Il Napoli è riuscito a strappare una vittoria di estrema importanza contro la Juventus, stringendo i denti fino alla fine e mantenendo il vantaggio firmato da Insigne, autore del goal numero 100 con la casacca dei partenopei.

La sfida non ha deluso le aspettative degli appassionati di calcio, essendo stato un match giocato ad alta intensità, anche se non straordinario sul piano del gioco. I partenopei avevano bisogno di dare una svolta al loro percorso, con Gattuso che ha provato a dare una scossa alla squadra dopo la sconfitta in Coppa Italia contro l’Atalanta. Infatti, gli azzurri sono partiti molto aggressivi su tutti i palloni, essendo subito pericolosi con i loro fantasisti: Politano, Insigne e Lozano, dimostratosi la sorpresa di questa stagione.

Il vantaggio è arrivato in seguito con il rigore del capitano, che ha cercato di farsi perdonare dopo l’errore che è costato caro in finale di Supercoppa proprio contro i bianconeri. Il penalty è arrivato a causa di un fallo dubbio di Chiellini ai danni di Rrahmani, che ha generato molte proteste dalla panchina del club piemontese. Tuttavia nei primi 45′ non c’è stata una vera e propria reazione da parte degli uomini di Pirlo, che sono sembrati più spenti rispetto alle ultime gare.

Lorenzo Insigne, attaccante del Napoli.
Lorenzo Insigne, attaccante del Napoli.

Dominio Juventus, ma è il Napoli a portare a casa il risultato

Nella seconda frazione di gara la Juventus ha provato ad avere un atteggiamento diverso, cercando di essere più aggressiva e provando a prendere le redini del campo: infatti i primi pericoli per la difesa partenopea sono giunti nel secondo tempo con Cristiano Ronaldo, Chiesa e Morata. I bianconeri sono entrati con la mentalità giusta, e Gattuso sa bene che quando la Juve cambia passo potrebbe mettere in difficoltà qualsiasi squadra: infatti il Napoli ha cercato di avere un assetto più difensivo, provando a mantenere il risultato fino alla fine, con il centesimo goal di Insigne che si è rivelato decisivo.

Insigne (Napoli) e McKennie (Juventus))
Insigne (Napoli) e McKennie (Juventus))

La gara è stata segnata da numerosi falli e contrasti di gioco, che hanno reso il match ancor più animato e intenso. La Vecchia Signora ha provato in tutti i modi a cercare il pareggio, inserendo McKennie e Kulusevski per dare maggiore qualità alla manovra, presentandosi spesso nell’area di rigore difesa dalla retroguardia azzurra, che ha saputo contrastare e mantenere i ripetuti attacchi avversari. Sicuramente la Juventus ha pagato un primo tempo giocato ad un ritmo troppo basso, mentre il Napoli è riuscito ad ottenere un successo importantissimo con un’eterna rivale per il morale e il proseguo del cammino.

Moise Kean attaccante del PSG

Ligue 1, terza di fila: il Psg torna in vetta

Stefano Pioli, allenatore del Milan @Image Sport

Spezia-Milan, formazioni ufficiali: torna Bennacer, Agoumé in panchina