in

Napoli-Milan: scontro al vertice nel segno di Bakayoko

Tiemouè Bakayoko, centrocampista del Napoli @imagephotoagency
Tiemouè Bakayoko, centrocampista del Napoli @imagephotoagency

Il 22 Novembre, Rino Gattuso affronterà per la seconda volta da allenatore il Milan. Al San Paolo in palio c’è molto di più rispetto al match dello scorso luglio (terminato 2-2), c’è l’occasione di agguantare i rossoneri a 17 punti in cima alla classifica (Sassuolo permettendo). L’occasione di acquisire autorevolezza agli occhi delle avversarie, di poter finalmente affermare che “c’è anche il Napoli per lo scudetto”.

Probabilmente Gattuso, per scaramanzia, non lo condivide pubblicamente ma spera che anche la propria squadra possa contendere alle avversarie il tricolore. Lo scontro contro il “suo” Milan potrebbe dunque rappresentare qualcosa in più di un semplice big match in cui l’allenatore calabrese potrebbe far affidamento sull’ex centrocampista rossonero (stagione 2018-2019) Tiemoue Bakayoko.

Tiemouè Bakayoko, il mancato ritorno al Milan e il trasferimento al Napoli

Il ventiseienne centrocampista francese ha giocato nelle file rossonere solo una stagione (quella 2018/2019 proprio quando l’allora tecnico del Milan era Rino Gattuso) dove, nonostante un inizio non all’altezza, era riuscito a ritagliarsi uno spazio importante nelle gerarchie e negli schemi del Diavolo. Più volte il Milan avrebbe cercato, invano, di riportarlo nel capoluogo lombardo, ma l’arrivo di Ringhio a Napoli, ha fatto sì che Bakayoko finisse nell’ultimo giorno di mercato, proprio sotto il sole del Vesuvio piuttosto che sotto la nebbia milanese.

I numeri di Bakayoko quest’anno evidenziano l’importanza del suo modo di stare in campo: in quattro partite di campionato è il primo napoletano per contrasti vinti, il terzo per media di km percorsi e una precisione di passaggio del 90 per cento (valore altissimo per un centrocampista dalle sue caratteristiche). Ecco perchè può rivelarsi una carta su cui puntare tutto. Rino e il suo staff lo sanno, ci hanno scommesso ad inizio stagione e punteranno con ogni probabilità, su di lui per cercare di ostacolare le trame di gioco del Milan. Con la sua presenza fisica, infatti, Bakayoko è l’unico in grado di contrastare Frank  Kessiè. Si preannuncia perciò uno scontro fra titani a centrocampo.

Vota Articolo

599 points
Upvote Downvote
Julio Sergio, ex portiere della Roma

Roma, Julio Sergio in ESCLUSIVA a FN24 TV: “Rapporto speciale con Totti. La mia carriera si è conclusa…”

Roberto Boninsegna, ex attaccante di Inter, Juventus e della Nazionale italiana

Inter, Juventus e il Mondiale 1970 con la Nazionale: Buon compleanno Roberto Boninsegna