in

Napoli profondo rosso, ora De Laurentis taglia: Mertens spera di restare

Perdite per oltre 60 milioni per il Napoli di De Laurentis, in molti rischiano di esser tagliati fuori, mentre Mertens spera di restare

Dries Mertens (Napoli)
Dries Mertens (Napoli)

Aurelio De Laurentis deve fare i conti col covid e con una crisi che ha fatto precipitare i conti del suo Napoli. Situazione anomala per i partenopei che negli ultimi anni invece sono sempre stati in perfetto equilibrio col bilancio. A causa dell’impatto della pandemia al 30 giugno gli azzurri hanno chiuso  con una perdita di quasi 60mln (58,94) con i compensi per i giocatori che si sono impennati a 134,7 milioni, a fronte di ricavi calati ulteriormente del 17% rispetto al già negativo 2020. Anche il calciomercato invernale è bloccato da questo problema.

Secondo la Gazzetta dello Sport, la società per questo proverà a tagliare gli ingaggi del 30%, ovvero di almeno 40 milioni. Questo obiettivo sarà raggiunto qualora il presidente decidesse di non rinnovare i contratti ai cinque giocatori in scadenza. Lorenzo Insigne, il sesto della lista, è già passato al Toronto. Nel mentre Ospina, Ghoulam, Malcuit Dries Mertens rischiano il “posto”. Nessuna trattativa per i rinnovi. Le attenzioni e le preoccupazioni dei tifosi sono tutte rivolte a Ciro Mertens. Il capocannoniere del Napoli ha ribadito più volte la voglia di restare. Esiste fra le parti un accordo che consente al club entro il 15 giugno di esercitare l’opzione di rinnovo per un altro anno dell’attuale contratto, con un ingaggio da 5 milioni di euro netti. A queste cifre il Napoli difficilmente accontenterà il belga, ma questo non vuol dire rottura.