NFL, terribile incidente uccide tre giocatori: Khyree Jackson aveva 24 anni

l promettente cornerback dei Minnesota Vikings, Khyree Jackson, è morto a soli 24 anni in un incidente stradale avvenuto nella notte di sabato. Insieme a lui, hanno perso la vita anche due ex compagni di liceo, Isaiah Hazel e Anthony Lytton Jr

Redazione A cura di Redazione

Una tragedia ha colpito il mondo del football americano. Khyree Jackson, giovane cornerback dei Minnesota Vikings appena selezionato al draft, è morto a soli 24 anni in un incidente stradale avvenuto nella notte.

Secondo la polizia dello Stato del Maryland, Jackson è rimasto coinvolto in uno scontro a tre veicoli avvenuto alle 3:14 del mattino di sabato nella contea di Prince George’s. Insieme a lui hanno perso la vita anche Isaiah Hazel e Anthony Lytton Jr., due ex giocatori di college football che erano suoi compagni di squadra al liceo. Hazel, 23 anni, aveva giocato con Maryland e Charlotte, mentre Lytton, 24 anni, aveva vestito le casacche di Florida State e Penn State.

La ricostruzione della polizia indica che Hazel era alla guida di una Dodge Charger con Jackson al passeggero quando la loro auto è stata centrata in pieno da una Infiniti Q50 che stava cambiando corsia ad alta velocità. La Charger è finita fuori strada schiantandosi contro diversi tronchi d’albero. Purtroppo, sia Jackson che Hazel sono stati dichiarati morti sul colpo, mentre Lytton è stato trasportato in ospedale dove è deceduto poco dopo.

Fortunatamente, né il conducente dell’Infiniti Q50 né i suoi due passeggeri, né il conducente del terzo veicolo coinvolto hanno riportato ferite. Gli investigatori sospettano che l’alcol possa aver giocato un ruolo chiave nell’incidente e sono in corso le indagini per stabilire eventuali responsabilità penali.

Un sogno spezzato

Jackson era stato scelto dai Vikings al quarto giro dell’ultimo draft ed era considerato un serio candidato a diventare titolare nel ruolo di cornerback. “Siamo devastati dalla notizia della morte di Khyree Jackson in seguito a un incidente stradale avvenuto durante la notte”, hanno dichiarato i Vikings in una nota ufficiale. “I nostri pensieri sono rivolti alla famiglia, agli amici, ai compagni di squadra e agli allenatori di Khyree, così come a tutte le vittime di questo tragico incidente”.

La morte di Jackson ha suscitato una profonda commozione nel mondo del football. Dan Lanning, allenatore di Oregon, ultima squadra universitaria di Jackson, lo ha ricordato con affetto sui social media: “Riposa in pace Khyree… Ti voglio bene @Real_Khyree. Non ho parole. Mi mancherà il tuo sorriso. Grande giocatore, persona ancora migliore”.

Anche le Università di Alabama, Maryland, Charlotte e Penn State hanno espresso il loro cordoglio per la scomparsa rispettivamente di Jackson (che aveva giocato ad Alabama prima di Oregon), Hazel e Lytton.

Jackson era stato nominato nel primo All-Pac-12 team con Oregon nel 2023. “Sono assolutamente distrutto da questa notizia”, ha dichiarato Kevin O’Connell, allenatore dei Vikings. “Khyree ha portato un’energia contagiosa nella nostra struttura e nella nostra squadra. La sua sicurezza e la sua personalità coinvolgente hanno immediatamente conquistato i suoi compagni. Nel breve tempo trascorso insieme, era evidente che Khyree sarebbe diventato un giocatore professionista straordinario, ma ciò che era ancora più impressionante era il suo desiderio di diventare la persona migliore che potesse essere per la sua famiglia e per chi gli stava intorno. Non ho parole. Il mio cuore va alla famiglia, agli amici, ai compagni di squadra e agli allenatori di Khyree”.

Un beniamino per i tifosi dei Vikings

Jackson era diventato subito un beniamino dei tifosi dei Vikings dopo aver raccontato il suo lungo percorso dal liceo al draft NFL. Parlando ai giornalisti del Minnesota dopo il draft, aveva rivelato di non aver avuto i requisiti accademici necessari per accedere all’università dopo essersi diplomato alla Wise High School in Maryland nel 2017. Aveva trascorso del tempo in tre college junior prima di allontanarsi dal football per due stagioni, per poi riprovarci ad Alabama nel 2021. In quel periodo intermedio, aveva raccontato di aver lavorato come commesso al reparto gastronomia di un supermercato Harris Teeter e di aver anche vinto un premio come “impiegato del mese”.

“A un certo punto ho detto a mia mamma: ‘Credo che dovrò lavorare al supermercato'”, ha raccontato Jackson. Poi ha preso in considerazione l’idea di entrare nella lega NBA 2K. “Quando ho lasciato il mio primo college junior”, ha detto, “sono rimasto a casa per circa sei mesi, ma ho detto ai miei amici che stavo ancora studiando. Sono rimasto a casa per sei mesi consecutivi e nessuno lo sapeva”.