in

Nocerino in ESCLUSIVA: “Scudetto al Milan? Può succedere di tutto. La Juventus rispecchia Allegri”

L’ex centrocampista del Milan Antonio Nocerino è intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni: “Milan con forte identità. Scudetto? Si, ma il Napoli…”. Poi si sofferma su Allegri, Spalletti e le ambizioni del Genoa

Antonio Nocerino, ex centrocampista di Milan e Juventus @Image Sport
Antonio Nocerino, ex centrocampista di Milan e Juventus @Image Sport

Nonostante la sconfitta per 1-0 sul campo del Porto, che ha ulteriormente complicato il cammino del Milan in Champions League, i rossoneri sembrerebbero essere tra le squadre più in forma del campionato italiano, dimostrando di riuscire a sopperire con facilità alle numerose (e importanti) assenze. A otto giornate dall’inizio della nuova stagione i ragazzi di Stefano Pioli occupano attualmente la seconda posizione, a -2 dal Napoli di Luciano Spalletti, e figurano tra le principali candidate per la vittoria dello scudetto, titolo che a Casa Milan manca dal 2011. Intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni l’ex centrocampista della nazionale italiana Antonio Nocerino ha parlato proprio della lotta scudetto, elogiando il lavoro svolto dalla società rossonera, soffermandosi in seguito su Napoli, Genoa e Juventus.


Scarica la nostra App



Leggi anche:


Nocerino: “Scudetto al Milan? Si, ma Spalletti è davanti. Su Allegri…”

Il Milan può sognare lo scudetto?

“Sono due anni che questa squadra ha una continuità incredibile, andrebbero a coronare il percorso fatto. Potrebbe giocarselo con il Napoli, è impossibile fare ipotesi a lungo termine: può succedere davvero di tutto. Ad oggi la squadra di Spalletti la vedo leggermente avanti”

A otto giornate dall’inizio del campionato quale squadra l’ha sorpresa maggiormente?

“Il Milan, mi piace molto come giocano. Hanno una grande identità e stanno facendo veramente bene. Nonostante le diverse assenze questa squadra non ha mai perso la propria fisionomia di gioco. Anche il Napoli, ovviamente, mi ha colpito molto. Al contrario, invece, non mi ha deluso nessuno: è ancora presto per giudicare. A livello affettivo spero davvero che il Genoa possa fare qualcosa in più, oltre ad averci giocato ho molti amici nell’ambiente e mi piacerebbe davvero facesse un salto di qualità: non è una squadra che deve lottare per retrocedere”.

Max Allegri (Juventus) @Image Sport
Max Allegri (Juventus) @Image Sport

Come ha visto la Juventus di Massimiliano Allegri?

“Ha avuto difficoltà all’inizio, poi ora la squadra rispecchia il proprio allenatore. Allegri è pratico, concreto e i giocatori hanno compreso a pieno la sua ideologia: stanno compatti e dietro la linea della palla, difendendo bene; inoltre le opportunità create vengono sfruttate”.

Ha condiviso parte della sua esperienza al Milan con Allegri. Che ricordo ha dell’attuale allenatore della Juventus?

“La cosa che mi ha sempre colpito di lui è come sa gestire i momenti. È una persona che non cerca scuse, che non si piange mai addosso. Nei momenti buoni non si esalta e nei momenti negativi non si deprime, è molto sereno e tranquillo. Mi ha sempre colpito, ha una serenità impressionante”.