Home Non solo Calcio Maria Falcone non perdona Fabrizio Miccoli

Maria Falcone non perdona Fabrizio Miccoli

Maria Falcone non sembra intenzionata a perdonare l’ex calciatore del Palermo Fabrizio Miccoli, ma soprattutto non vuole sentirne parlare. Nonostante l’ex capitano del Palermo abbia più volte manifestato il suo pentimento per la pessima espressione, la sorella non vuole sentire ragioni. L’intercettazione telefonica in cui Miccoli definì con l’irriguardosa espressione “fango” il giudice Giovanni Falcone, nel 2013 destò non poco clamore mediatico, a causa della frase rivolta al simbolo della lotta alla mafia.

La Falcone non ha intenzione di incontrare Miccoli

La sorella del magistrato non è ancora riuscita a perdonare il campione originario di Lecce, seppur lo stesso abbia espresso la volontà di volerla incontrare. Lei non sembra intenzionata ad accettare le scuse di persona. “Non mi interessa nulla di questa persona. Se si è ravveduto e si è pentito per quello che ha detto, meglio per lui. Non si tratta di perdonare”.  La vicenda continua a gravare penalmente sull’ex fantasista salentino: per cui il Procuratore Generale di Palermo, Ettore Costanza, ha chiesto la condanna a tre anni e sei mesi di reclusione per estorsione, aggravata dal metodo mafioso, confermando dunque il giudizio di primo grado. Le parole pronunciate da Miccoli hanno rimarginato una ferita aperta: “E’ un argomento che mi dà fastidio riprendere perché quella frase che pronunciò mi brucia ancora. A quell’età (35 anni ndr) non si può essere ingenui. Sono una persona che dice sempre che al primo posto c’è la responsabilità per quello che diciamo e per quello che facciamo“. Una brutta pagina nella carriera (e non solo) di Fabrizio Miccoli, la cui posizione della Falcone è ferma e decisa.

Loading...

PER APPROFONDIRE

Scopri tutte
Loading...
 

RACCOMANDATI

ESTERO