Non solo Calcio NBA, Playoff: Boston elimina i campioni in carica, sarà finale di Conference...

NBA, Playoff: Boston elimina i campioni in carica, sarà finale di Conference con Miami

I Boston Celtics vincono gara 7 grazie ad un grande Jason Tatum ed eliminano i Toronto Raptors. Sarà finale di Conference con i Miami Heat

La notte di NBA ci ha regalato un altro importante verdetto. In gara 7 di playoffs, la semifinale di Conference ad Est è stata vinta dai Boston Celtics che hanno eliminato i Toronto Raptors, campioni NBA in carica, con il risultato di 92 a 87. Una serie fantastica, arrivata all’ultimo episodio della saga. I Raptors erano sotto di due partite, ma con il cuore e il talento sono riusciti a pareggiare la serie, alla fine però i Celtics hanno dimostrato la loro superiorità nelle due fasi, offensiva e difensiva. Le 18 palle perse dalla squadra di coach Nick Nurse testimoniano tutte le loro difficoltà, sopratutto perché dall’altra parte c’era un vero gigante di questo sport, Jason Tatum.

Jayson Tatum
Jayson Tatum, cestista statunitense e ala dei Boston Celtics

NBA, Playoffs: Tatum trascina i Celtics alla terza finale di Conference in 4 anni

Quando le partite sono così equilibrate, a fare la differenza sono i dettagli e questa notte la differenza dei Boston Celtics aveva un nome: Jason Tatum. Il nativo di St. Louis ha messo a referto 29 punti, 7 assist e 12 rimbalzi, risultando decisivo nei momenti cruciali del match. A soli 22 anni, Tatum è diventato il secondo più giovane di sempre a realizzare 25+10+5 in una gara-7, il primo a farlo era stato Kobe Bryant. L’ala grande classe ’98 è diventato il vero leader della franchigia, con una personalità fuori dal comune. E’ abile da tre punti, in penetrazione, in isolamento e nel servire assist e come se non bastasse è estremamente efficace nei rimbalzi, come quello di ieri a 35 secondi dal termine della gara, risultato decisivo per la vittoria finale.

Tatum è il primo violino, ma l’orchestra dei Boston è composta da elementi di altissimo livello: uno su tutti Jaylen Brown che ha chiuso in doppia cifra la gara, così come Kemba Walker e Marcus Smart (autore di una meravigliosa stoppata su Powell). I Raptors non riescono nell’impresa ma, senza Kawhi Leonard, quest’anno una finale di Conference era chiedere troppo. La squadra di Brad Stevens accede alla terza finale in 4 anni: sfiderà i Miami Heat di Jimmy Butler, per una finale ad Est che si preannuncia spettacolare.

NOTIZIE PER TE

Caso Suarez, Simone Olivieri: “Paratici? Più importante di Mattarella”

Poche scuse e tanta vergogna. L'esame sostenuto da Luis Suarez sembra sia stato tutt'altro che regolare. Le anomalie ci sono e andranno scoperte con certezza ma nel frattempo la vergogna e...

Morte De Santis, FIGC: un minuto di silenzio in tutte le partite

Nella serata di lunedì 21 settembre, l'arbitro Daniele De Santis, iscritto alla sezione AIA - Associazione Italiana Arbitri - di Lecce, avrebbe perso la vita a seguito di un'aggressione....

Moto Gp, Vinales in pole, Rossi 7^, Dovizioso solo 10^

Si sono svolte questo pomeriggio a Misano Adriatico, a fare la pole è stato Vinales, lo spagnolo ha bisogno di riscattarsi dopo la deludente gara della scorsa settimana. Il...

Insulti razziali a Neymar, il PSG: “Pieno supporto, situazione intollerabile”

Neymar sarebbe tornato in campo per la partita Paris Saint Germain-Marsiglia dopo aver fatto un solo allenamento: l'attaccante, infatti, dopo esser risultato positivo al test sierologico del Coronavirus, ha...

NOTIZIE DI PRIMA PAGINA

Milan, ahi Pioli! Ibrahimovic-Rebic Ko, allarme in attacco

Il Milan centra la seconda vittoria consecutiva in campionata, la quarta nelle ultime due settimane. Nonostante l'ottima partenza stagionale, il tecnico rossonero Stefano Pioli è abbastanza preoccupato a causa...

Roma, Fonseca: “Contento della prestazione, deluso dal risultato. Dzeko? Buona gara, gli errori…”

Non è bastata la grande prestazione di Jordan Veretout alla Roma per piegare i Campioni d'Italia in carica della Juventus. I giallorossi, traditi dagli errori grossolani di Edin Dzeko,...

LE PIU' LETTE