13 Novembre 2019 | 18:47

Politica e calcio si incrociano ancora: licenziato Cenk Sahin

Il giocatore sostiene la battaglia turca contro i siriani e il club lo licenzia

Sosteneva le azioni di Erdogan: lo St. Pauli licenzia Cenk Sahin

Calcio e politica: due argomenti dei quali mai si dovrebbe discutere fra persone, poiché da sempre scaldano animi e creano divisioni. Ma nell’ultimo periodo parlare di entrambe le cose è diventato quasi obbligatorio, anche perché stanno sempre più diventando questioni correlate. Dopo le manifestazioni di tanti giocatori turchi a favore della battaglia che il loro paese combatte contro la Siria, è arrivata anche quella di Cenk Sahin.

Il giocatore del St. Pauli ha esternato il suo sostegno verso le azioni di Erdogan, ma ciò non è stato ben digerito dal club. Infatti, la società tedesca lo ha prontamente licenziato per ciò che egli ha scritto nel suo post, e lo ha ufficializzato attraverso un comunicato, definendolo “contro i valori del club“. Il St. Pauli ha risolto il contratto del 25enne turco con effetto immediato, poiché “La solidarietà verso le azioni bellicose contraddice i valori fondamenti su cui si basa il St. Pauli“.

TI PUO' INTERESSARE
SPONSOR

Loading...

PER APPROFONDIRE
ULTIME NOTIZIE