Roma: Vincenzo Iannizzi, ex fisioterapista della Roma, spiega le cause dei tanti infortuni

ROMA VINCENZO IANNIZZI / La rosa della Roma è sempre più rimaneggiata, la coperta non fa che accorciarsi, e i lettini dell’infermeria sono stracolmi.
Il numero degli infortunati in casa Roma è impressionante, con l’ultimo di Ante Coric se ne contano 18.
Dare una spiegazione a tutto questo può risultare complicato, per ciò proviamo a capirlo attraverso le parole di Vincenzo Iannizzi, ex fisioterapista della Roma.

Iannizzi comincia illustrando un dato, ovvero che il 20-30% delle lesioni muscolari è causato da contatti che, se gravi, possono generare un trauma.
Nel maggior numero dei casi di infortuni muscolari, si è riscontrato che la parte interessata era già stata sottoposta a un precedente infortunio.
Secondo Iannizzi l’assorbimento di tale infortunio non è avvenuto nel modo corretto e il muscolo ne è uscito indebolito, quindi è più facile che abbia una ricaduta.

Tra le cause dei tanti infortuni Iannizzi ci mette anche le numerose partite settimanali che non consentono un’adeguato recupero muscolare.
Giocare 3 partite ogni 7 giorni significa doversi allenare sul campo, e non consentire al muscolo di assorbire sufficientemente lo sforzo.
Iannizzi poi parla di mentalità e di come un giusto approccio mentale possa dare i benefici.
Un’ atteggiamento mentale corretto aiuta sia in allenamento che in partita ma può influire positivamente anche sui tempi di recupero degli infortunati.
Solo se accompagnata da una giusta mentalità la preparazione fisica può dare i suoi frutti, queste due aspetti non possono fare l’uno a meno dell’altro.

Roma: Vincenzo Iannizzi, ex fisioterapista della Roma, spiega le soluzioni ai tanti infortuni

Roma-news-Vincenzo-Iannizzi
Di Francesco dirige l’allenamento della Roma

ROMA VINCENZO IANNIZZI / Su come correre ai ripari Iannizzi sembra avere le idee chiare.
Quando ci si trova in situazioni simili a quelle della Roma bisogna essere bravi a trovare soluzioni in fretta e cambiare in corsa.
Anche Iannizzi, dall’altro della sua esperienza, afferma che scovare la causa dei mali della Roma dal di fuori è davvero impossibile, ma anche analizzando la situazione dall’interno non è semplice.
Provando a mettersi nei panni degli attuali preparatori, Iannizzi ci spiega il percorso logico che avrebbe seguito per rintracciare la causa degli infortuni.
Verificare l’esattezza dei carichi di lavoro, accertarsi che siano stati aumentati in maniera corretta e valutare che le caratteristiche del giocatore siano compatibili con i metodi di lavoro adottate.
Queste alcuni dei quesiti su cui Iannizzi dice, i due staff della Roma, quello atletico e quello medico, si stanno interrogando.
Iannizzi presume che la causa potrebbe derivare proprio dai carichi di lavoro, visto l’alto tasso degli infortuni in rosa e che probabilmente dovranno esser rivisti.