venerdì 19 Aprile | 08:25
  • Serie A
  • Home
  • Live
Serie A notizie Genoa Prandelli: "Dopo la Nazionale avevo chiuso con il calcio"

Prandelli: “Dopo la Nazionale avevo chiuso con il calcio”

Cesare Prandelli si racconta, dall'Italia alla Roma e adesso al Genoa

Ti potrebbe interessare

Prandelli – Allenatore del Genoa in un’intervista ha parlato della sua esperienza alla nazionale e della breve avventura con la Roma.

Prandelli: “Una nuova vita in rossoblù”

Un’estratto dell’intervista di Cesare Prandelli rilasciata al Corriere dello Sport: “Non ho lasciato la Fiorentina, sono stato lasciato, avevo un anno di contratto. La Juventus mi voleva ma io amavo la Fiorentina,volevo portare un titolo in bacheca. Loro avevano necessità di tesserare Mihajlovic in tempi brevi, allora sono andato in società e ho rinunciato al mio contratto per rispetto della città. All’europeo partimmo con zero aspettative, a Kiev battiamo la Germania, tornammo in albergo all’alba senza aver dormito. Non è molto amata la Germania da quelle parti. La sera della finale avevamo un solo allenamento. Quattro dei nostri avevano problemi, contro una Spagna che andava a mille. Comunque sarò sempre grato a quel gruppo, soprattutto ai due matti là davanti”.

- Advertisement -

Prandelli poi continua parlando di Balotelli e del fallimento della nazionale italiana nel Mondiale del Brasile nel 2014: “Balotelli ha potenzialità enormi, il problema di Mario è che si accontenta, non ha mai dato continuità, ma è un ragazzo sensibile e generoso. Mi hanno contestato anche il ritiro. Era una soluzione tranquilla fuori Rio, dove portare le famiglie ed evitare situazioni imbarazzanti. In Italia come fai male, subito critiche feroci. Il problema della Nazionale è che siamo andati oltre, quando entri troppo nel sociale, tocchi la politica. Mai avuta una discussione con un giocatore che ha subito una mia esclusione. Pesò molto l’atteggiamento di certi giornalisti, che nel loro ambito locale sono molto prudenti, ma quando arrivano in Nazionale, si sentono liberi di uccidere”.

L’attuale allenatore del gennaio chiude l’intervista parlando della sua breve avventura alla Roma

Prandelli parlando della sua brevissima esperienza alla Roma ha dichiarato: “Il rammarico è per l’esperienza alla Roma, sarebbe stata una sfida importante. Il ritiro in Austria andò alla grande. La gente ci seguiva; mia moglie doveva fare delle terapie intensive e non se la sentiva di curarsi in una città dove non conosceva nessuno. Si disse che litigai con Totti, non esiste. Quattro giornalisti di Roma sono venuti al funerale di Emanuela e mi hanno chiesto scusa per quello che avevano scritto. Ho apprezzato molto”.

SNAI SCOMMESSE

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Ultime notizieLive
News e calciomercato