19 Ottobre 2019 | 22:22
  • Milan
  • Hellas Verona

Caso Kessiè, il Verona respinge le accuse: la nota del club

Gli scaligeri smentiscono qualsiasi presa di posizione a favore dei presunti cori razzisti all'indirizzo di Franck Kessiè

L’Hellas Verona prova a respingere le accuse piovute addosso alla società in merito alla vicenda Kessiè. Il club scaligero, era finito sotto accusa, dopo aver pubblicato un tweet che sembrava minimizzare gli esecrabili fischi rivolti dai sostenitori gialloblu all’indirizzo di Franck Kessiè, durante il match di domenica sera disputato al “Bentegodi” contro il Milan. In quell’occasione, il club, su Twitter, aveva commentato: “I buu a Kessiè? Gli insulti a Donnarumma? Forse qualcuno è rimasto frastornato dai decibel del tifo gialloblu-aggiungendo in seguito-Fischi legittimi all’indirizzo di alcune decisioni arbitrali discutibili”.

Dopo alcuni giorni di riflessione, e con i toni della polemica leggermente affievoliti, il Verona ha voluto negare qualsiasi presa di posizione a favore di tali atti discriminatori, attraverso una nota ufficiale apparsa sul sito del club:

Hellas Verona FC, in riferimento a quanto riportato oggi sul profilo Twitter del club precisa che non si è trattato affatto di una presa di posizione finalizzata a minimizzare eventuali comportamenti discriminatori che in alcune occasioni, si manifestano sui campi da gioco. Ciò in quanto abbiamo sempre fermamente stigmatizzato e condannato tali episodi, impegnandoci direttamente a fronteggiarli con varie iniziative, per quanto in nostra competenza. Ciò premesso, riteniamo fosse per noi doveroso sottolineare che, a fronte di alcune notizie infondate, salvo alcune bordate di fischi e disappunto generale del pubblico relativo ad alcune discusse decisioni arbitrali, non sono stati da noi avvertiti nè percepiti presunti cori nei confronti del calciatore avversario Kessiè. Fermo restando che, lo ribadiamo ancora una volta, saremo sempre fermi nel condannare ogni eventuale comportamento scorretto, dovesse verificarsi in futuro e ciò con lo spirito collaborativo e la sensibilità che ci appartengono”.

TI PUO' INTERESSARE
SPONSOR

Loading...

PER APPROFONDIRE
ULTIME NOTIZIE

Seguici su Facebook

Aiutaci a crescere!