20 Ottobre 2019 | 08:38
  • Hellas Verona

Juventus-Hellas Verona, Juric: “Giocare come sappiamo. Su Pazzini…”

Juventus-Hellas Verona: Juric in conferenza stampa

Juventus-Hellas Verona è in programma domani pomeriggio alle ore 18.00. Ivan Juric è chiamato all’improbo compito di affrontare i campioni d’Italia all’Allianz Stadium. Il tecnico dell’Hellas ha parlato oggi,in conferenza stampa, alla vigilia del quarto turno di campionato.

Come si preparano e si affrontano certe partite? “Non dobbiamo difenderci per tutti i 90 minuti. Dobbiamo giocare con la testa libera, consapevoli dell’avversario che affrontiamo”.

La Juventus è reduce dal pareggio di Madrid: che squadra ha visto? Ho visto qualcosa di Sarri, ma questa Juve è ancora simile a quella di Allegri. Non so cosa sia cambiato, perchè non ci ho ancora giocato contro”.

Si aspetta un po’ di turn-over da parte degli avversari? “Potrebbero cambiare alcuni uomini, ma per la Juventus non fa differenza”.

La Juventus ha subito molti gol dagli angoli: può essere una situazione da sfruttare? “Cerchiamo sempre di sfruttare i punti deboli dell’avversario, ma la Juventus non ne ha. L’Atletico è pieno di specialisti sui calci piazzati, ma non credo che, quello delle palle inattive, sia un loro problema”.

Chi gioca domani in attacco? “Gioca Di Carmine. E’ un ragazzo che, come ho detto, merita di stare in Serie A. Domani ci sarà da soffrire, ma tenteremo di fare punti come contro il Milan”.

Come sta Pazzini? “L’ho valutato in settimana, con l’auspicio di recuperarlo: non è pronto”.

Avete subito pochi gol quest’anno? “E’ vero, ma non faccio proclami. Mi piace quando la squadra prova ad attaccare e va in pressing nella metàcampo avversaria. Ma anche in situazione d’inferiorità numerica abbiamo fatto bene”.

Il pubblico può darvi una spinta in più? “Squadra e tifosi sono una sola cosa, nel senso che entrambi possono stimolare l’altro. I tifosi, ad esempio, ci hanno dato una grossa mano nei playoff lo scorso anno, e sono felice di lavorare in un ambiente del genere. Si sottovaluta spesso l’apporto del pubblico, ma quando giochi e ti senti apprezzato, rendi di più”.

TI PUO' INTERESSARE
SPONSOR

Loading...

PER APPROFONDIRE
ULTIME NOTIZIE

Seguici su Facebook

Aiutaci a crescere!