Juventus-Milan mai così lontane: sfida già chiusa in partenza?

All'Alianz Stadium va in scena una "classica" del campionato italiano che però vede fronteggiarsi due squadre mai così lontane tra loro in classifica e dai valori tyecnici palesemente differenti. Lo "Stadium", inoltre è un fortino stregato per i rossoneri. Sembrerebbe una sfida già decisa in partenza, ma occhio all'orgoglio del "diavolo": in passato ha già giocato un brutto scherzo alla "Signora"

Juventus-Milan, la “classica” del calciio italiano più sbilanciata degli ultimi anni

E’ vero: ci sono partite che fanno storia a sè e vanno ben oltre i discorsi di classifica. Una di queste è JuventusMilan gara che, senza andare troppo indietro ai mitici anni ’90, valeva lo scudetto solo otto anni fa. Allora, i pronostici pendevano tutti dalla parte dei rossoneri, campioni d’Italia in carica e che si contendevano il titolo con una Juventus che era ancora un embrione della squadra che avrebbe dominato poi per i futuri otto campionati. Squadra rinnovata sia nello spirito (aveva appena assunto Conte in panchina) che nelle ambizioni (era diventata la prima squadra in Italia ad avere uno stadio di proprietà).

Fu proprio nel “santuario” dello Juventus Stadium che i bianconeri diedero la prima grande prova di forza a un campionato che aveva visto la Signora mestamente relegata per due volte al settimo posto. Una doppietta di Marchisio bastò per spazzare via la corazzata rossonera e dare il là all’apertura di un ciclo vincente che perdura tuttora.

Era il 2 ottobre 2011 e, da quel giorno, il rapporto di forza tra Juventus e Milan si è completamente ribaltato tant’è vero che, domani, le due big si affrontano con un divario di ben 16 punti divise da una voragine lunga 10 posizioni. In questi anni Madama ha riportato un bilancio di 13 vittorie, un pareggio e sole due sconfitte (per altro fuori casa)

Juventus-Milan, “Stadium” stregato per i rossoneri.

Un divario troppo lampante, penseranno in tanti, per poter sperare in una partita combattuta. La cornice dell’incontro, poi, non è certo di buon auspicio per i colori rossoneri: il Milan ha infatti sempre perso nel nuovo impianto della Juventus andando vicino al pareggio in un’unica occasione (2017) quando a piegarla fu un rigore di Dybala all’ultimo secondo. Una vera e propria maledizione per la squadra meneghina che nessuno dei quattro tecnici transitati sulla panchina rossonera è riuscito a spezzare.

Occhio al tranello del Diavolo…

Occhio, però, a pensare che la gara abbia un finale già scritto: abbiamo già ricordato di come Juventus e Milan si siano trovate in una tale posizione di classifica (dieci posizioni di differenza) una sola volta in questi 8 anni: era il 2013 e sulla panchina del Milan sedeva Max Allegri. La Juventus era lanciata da 11 vittorie in 14 gare mentre i rossoneri di punti ne avevano totalizzati solo 15. Ci pensò Robinho ad intaccare la marcia dei futuri campioni d’Italia con un gol su rigore al 31′: che la storia possa ripetersi anche stavolta?

TI PUO' INTERESSARE
SPONSOR

Loading...
Loading...
Loading...