Home Serie A notizie Juventus Cristiano Ronaldo, esultanza polemica contro le scelte di Allegri

Cristiano Ronaldo, esultanza polemica contro le scelte di Allegri

Cristiano Ronaldo ha sfoderato un'esultanza inedita dopo il goal, mostrando vicinanza a Paulo Dybala lasciato fuori dal tecnico

Cristiano Ronaldo segna contro il Sassuolo ed inventa una nuova esultanza, il messaggio del portoghese alla società è chiarissimo.

Quando Cristiano Ronaldo arrivò alla Juve, Florentino Perez commentò l’affare affermando che i bianconeri avevano comprato non un giocatore, bensì un’impresa. Certo i riferimenti ai proventi di marketing del portoghese erano evidenti, così come lapalissiani erano i benefici dei quali i bianconeri avrebbero potuto godere a livello di immagine in tutto il mondo. Ma c’era un’altra chiave di lettura per quelle parole, meglio raccontata da una successiva affermazione del presidente delle Merengues, arrivata a margine del trasferimento del portoghese alla Juventus: “Cristiano Ronaldo non giocava nel Real Madrid, ma nel Real Cristiano“.

Si è trattato di un modo come un altro per sopprimere il dolore di una perdita notevole, senz’altro; ma nelle amare constatazioni di Perez c’era più di un fondo di verità poiché con esse si raccontava l’egocentrismo di CR7, caratteristica che rappresenta anche la sua più grande forza. Cristiano Ronaldo è infatti non solo un grandissimo giocatore bensì una presenza ingombrante a 360°, un leader naturale che tende ad attirare a sé chi li ama e lo segue, emarginando viceversa tutti gli altri.

La Dybala Mask che ha fatto impazzire i tifosi juventini

Il preambolo visto poc’anzi è utile ad introdurre una visione più ampia su una questione tutt’altro che marginale, vale a dire il problema relativo a Paulo Dybala. Le illazioni finora sono state molte: “Dybala arretrato non vuole giocare”, “Dybala non è compatibile con Cristiano Ronaldo”, addirittura si era diffusa la voce di malcontenti fra l’argentino ed il portoghese. Per questa ragione negli ultimi tempi si sono susseguiti interessi da parte di grandi squadre, le quali avrebbero effettuato a più riprese sondaggi per l’argentino.

Le polemiche sono state però spazzate via proprio ieri sera, in occasione della vittoria sul Sassuolo, quando CR7 ha modificato la propria esultanza dopo il goal segnato aggiungendovi la celeberrima “Dybala Mask“. Si è trattato indubbiamente di un atto di vicinanza nei confronti del numero 10 della Juventus, rimasto fuori dall’undici titolare per scelta tecnica di Allegri.

Molti tifosi hanno letto, nel gesto del campione lusitano, una polemica nei confronti di Allegri per la gestione dello stesso Dybala. Se sia davvero così, lo sanno solamente i diretti interessati; ciò che conta è che si tratta di segnali da non sottovalutare per un allenatore. Tutti coloro che hanno avuto l’onere e l’onore di poter lavorare con Cristiano Ronaldo a Madrid, hanno puntualmente sottolineato che sia un giocatore che “si allena da solo“, un omaggio alla sua professionalità certamente ma anche un ammonimento chiaro.

Il campione di Funchal ha insomma la capacità più unica che rara di fare reparto da solo non solamente in campo, ma anche in seno al club d’appartenenza. Un po’ come Messi nell’Argentina, trattasi di icone che non “vengono allenate” nell’accezione passiva della locuzione, ma scelgono attivamente chi va loro a genio e chi invece no. Nemmeno chi siede in panchina è escluso dal computo. Allegri è dunque avvisato: Cristiano Ronaldo, ad oggi, ha scelto Dybala. E la sensazione è che per i supporter bianconeri, sia la notizia migliore giunta dal match di ieri, persino più importante della conquista dei tre punti.

Loading...

PER APPROFONDIRE

Scopri tutte

Monaco, UFFICIALE: ingaggiato Adrien Silva

Il Monaco, club francese di Ligue 1, ha ufficializzato l'ingaggio del trentenne centrocampista portoghese Adrien Silva. Il calciatore arriva...
Loading...
 

RACCOMANDATI

ESTERO