17 Ottobre 2019 | 03:11
  • Juventus

Fallimento Juve, Ronaldo non basta: le parole di Agnelli e di Allegri

La Juventus fallisce ancora nonostante Ronaldo: Agnelli e Allegri ribadiscono però la forza della squadra

Ajax-Juventus 2-1 è fallimento: Agnelli e Allegri sono comunque orgogliosi

FALLIMENTO JUVE, AGNELLI E ALLEGRI Notte di pianti per la Juventus e tutti i suoi tifosi. La rimonta con l’Atletico di Madrid aveva riacceso le speranze, facendo scordare i limiti della squadra e creando certezze in nome di Cristiano Ronaldo. Al giocatore sicuramente niente da rimproverare: anche sta sera un tiro e un goal. Ma è la squadra a non esserci, specialmente nel secondo tempo. Nessuna occasione creata e davvero tante concesse all’Ajax che chiude con solo due goal a causa del suo poco cinismo. Nessun dubbio da parte di Agnelli e di Allegri. Gli olandesi hanno dominato e hanno meritato di vincere.

Ronaldo non basta, ennesimo fallimento Juve: Agnelli e Allegri riconoscono la superiorità degli avversari

Sogni infanti, ancora una volta. Non basta nemmeno il campionissimo, il re delle Coppe, Cristiano Ronaldo. Un miracolo lo ha fatto, due sono però troppi, persino per lui. Gli olandesi non hanno mai dato la possibilità alla Juventus di creare gioco e ha chiarito sin da subito chi fossero i più forti in quel campo. Frankie De Jong ha quindi dimostrato di avere ragione, nonostante la derisione che le sue dichiarazioni hanno attirato su di sé, specie dal popolo juventino sicuro di aver avuto fortuna con il sorteggio. Eppure è chiaro anche ad Agnelli: “L’Ajax sul campo ha meritato, lo dimostrano le occasioni che hanno creato.” Anche Allegri è dello stesso parere: “Sono stati più bravi e hanno meritato il passaggio del turno.”

Non è un fallimento secondo Agnelli: bisogna essere orgogliosi della Juventus

Il presidente della Juventus riconosce la superiorità degli avversari “hanno messo in difficoltà anche il Bayern, il Real Madrid, non solo la Juventus.” Però secondo Agnelli non c’è nessun demerito della squadra e devono essere fatti i complimenti anche ai bianconeri. “Non dimentichiamoci che sabato avremo la possibilità di vincere lo scudetto, che abbiamo vinto una Supercoppa e che da diversi anni siamo sempre tra le prime otto quadre in Europa. Inoltre siamo la quinta squadra più forte secondo il ranking europeo. Questo è senz’altro motivo di orgoglio.”

L’analisi del match di Allegri: Ajax più brava ma non c’è nulla da rimproverare

Probabilmente per i tifosi bianconeri ciò che farà arrabbiare di più non sarà tanto la sconfitta in sé, ma le dichiarazioni di Allegri che ha visto comunque una buona partita da parte della sua squadra. “Il primo tempo la squadra aveva fatto una buona partita, i giocatori erano molto raccolti e molto vicini. Avevamo avuto solo un po’ di frenesia una volta riconquistata la palla. L’Ajax durante il primo tempo si è trovata in difficoltà, poi ha trovato un goal abbastanza fortuito.” Analisi troppo audace probabilmente, dato che nonostante i buoni venti minuti iniziali fatti di corsa e pressing, poi qualcosa ha ceduto e la Juventus è andata subito in difficoltà. Il goal fortuito può essere considerato quello della squadra di Allegri, poiché alla prima occasione Ronaldo sigla. Eppure Allegri vede solo un calo nel secondo tempo dovuto “alla squadra allungata e alla perdita delle distanze.” Però “non c’è da rimproverare nulla ai ragazzi.”

 

Loading...

RACCOMANDATI

Seguici su Facebook

Aiutaci a crescere!