giovedì, 9 Luglio 2020 - 22:10
Calcio Juventus Juventus, l'impresa di Sarri: "Come riesce a non far vincere questa squadra?"

DIRETTORE RESPONSABILE MAURO PACETTI

SERIE A

News e Calciomercato

Juventus, l’impresa di Sarri: “Come riesce a non far vincere questa squadra?”

Juventus, Sarri unico colpevole? I quesiti sono tanti e Allegri ritorna…alla mente

Non possiamo far altro che ammettere l’esito di una stagione che fin qui non sta certo portando quanto promesso e auspicato la scorsa estate. La Juventus che riparte da Sarri perché “mancava il bel gioco” e come ogni telenovela che si rispetti ecco che ci si ritrova a dover affrontare le lacune di una squadra che sembra aver perso confidenza con il pallone. Si proprio lui, il pallone, la sfera che regola il gioco più bello del mondo e che crea campioni, idoli per grandi e piccoli, come Higuain, come Dybala, come Cristiano Ronaldo. Ultimo il portoghese, anche se in questa squadra dovrebbe essere il primo, eppure ieri contro il Sassuolo non è sembrato il giocatore dei sogni che tutti ogni settimana si aspettano, nemmeno lontanamente vicino alla forma del calciatore che in tempi non sospetti illuminava l’Old Trafford, o il Santiago Bernabeu, o anche l’Allianz Stadium nella passata stagione.

Cristiano Ronaldo
Cristiano Ronaldo, attaccante della Juventus

Una gara, quella di ieri, che ha colpito per la scarsa voglia, per la mancanza di logiche di campo, quelle che Sarri dovrebbe aver già inculcato ai suoi 20 ragazzi, per far dimenticare il “brutto gioco” di Max Allegri, anche se l’ex tecnico della Juventus si che i 3 punti li portava e nel calcio, signori miei, contano i risultati, perché di Guardiola ne esiste uno solo e dalle parti di Torino c’è qualcuno che ancora non avrebbe smesso di invocarlo, sperando magari che la prossima sia la stagione giusta. Ma adesso non facciamo mercato, pensiamo al presente.

Il Sassuolo ha fatto quello che doveva fare, anche di più; la Juventus non ha fatto quello che ci si aspettava, magari anche meno. Emre Can che tocca quel pallone come se fosse l’ultimo ( e come dargli torto), Higuain che ieri sembrava quello di Milano, quello dai colori rossoneri, Ronaldo più in viaggio di nozze che in campo ( almeno con la mente); De Ligt all’ennesimo svarione stagionale e Paulo Dybala, l’unico che ci ha voluto provare, anche se da solo non è certo facile. Poi Maurizio Sarri, non in grado di salvare la barca ieri, soffrendo ( ancora una volta) per ottenere solo un pareggio che sa di secondo posto e Conte questo lo ha capito bene poi subito dopo, demolendo la Spal e meritandosi il primo posto in classifica, il risultato per cui è stato assunto da Marotta e compagnia bella. Signori, il campionato è lungo, c’è tempo e la Juve le imprese le sa compiere ma per adesso, inutile nascondersi, bisogna ammettere un’altro traguardo, non certo positivo: Sarri che impresa, come si fa a non vincere con questa squadra?

LEGGI ANCHE

ULTIME NOTIZIE

I nostri consigli ONLINE GRATIS!

Seguici sul nostro canale Telegram, clicca qui