Suso – Milan, iniziata la trattativa per il rinnovo

Si è tenuto oggi l’incontro a Casa Milan tra l’agente di Suso e il MIlan con la coppia Leonardo Maldini. L’agente del giocatore Alessandro Lucci, lo riferisce Sky Sport, si è recato a Casa Milan per incontrare i dirigenti rossoneri. Gli obbiettivi della società sono due: il rinnovo del contratto e la clausola rescissoria. Le offerte al giocatore spagnolo non mancano con il Chelsea di Maurizio Sarri che gli fa la corte dai tempi in cui allenava il Napoli.

Obiettivo Milan: eliminare la clausola rescissoria

paolo-maldini_tbcawh8b79zn1uf4tcxbjfb5j
Paolo Maldini, dirigente del Milan

La strategia in Casa Milan di Leonardo e Maldini, come riferisce Calciomercato.com, è quella di eliminare la clausola rescissoria del valore di 40 milioni attualmente presente nel contratto rinnovato dalla precedente dirigenza ma ritenuta troppo bassa per lasciare andare il campione del Milan.

Leonardo ritiene il valore del giocatore nettamente superiore a quanto fissato nel contratto in essere e la sua volontà è quella di non farsi scappare Suso per un importo decisamente inferiore al reale valore di mercato.

Siamo solo agli inizi di una trattativa tra l’agente Alessandro Lucci e il MIlan per cercare di trovare l’accordo che permetterebbe al Milan di continuare ad avere in rosa uno dei suoi migliori talenti e nel caso di future vendite avere il giusto ritorno economico per il valore del giocatore.

Suso – Milan, trattativa difficile

Gattuso_Leonardo_Maldini_lapresse_2018_thumb660x453
Da sinistra a destra, Gennaro Gattuso, Leonardo e Paolo Maldini

Le parti hanno iniziato oggi un percorso che dovrebbe portare, così auspicano tutti i tifosi rossoneri, al rinnovo senza clausola, così vorrebbe il Milan, del giocatore della nazionale spagnola.

Attualmente Suso ha un ingaggio di tre milioni di euro inferiore ad altri giocatori della rosa di Casa Milan. Se il Milan vuole fortemente rimuovere la clausola rescissoria di 40 milioni l’Agente Lucci lavora sicuramente per un adeguamento dell’ingaggio.

Questi sono i motivi principali della trattativa per entrambe le parti senza tralasciare le sirene di squadre europee che vedono in Suso in grande rinforzo per il prossimo mercato estivo.

Altro ostacolo potrebbe essere rappresentato dalla UEFA che nel mese di dicembre si siederà al tavolo con il Milan per parlare di bilancio e sanzioni.