Home Serie A notizie Milan Milan, ritorno al futuro: con Rebic Giampaolo cambia le carte in tavola

Milan, ritorno al futuro: con Rebic Giampaolo cambia le carte in tavola

Il piano tattico di Marco Giampaolo, intenzionato a cambiare strategia per il prossimo futuro

MILAN – Un’estate ad inseguire Correa, il giocatore le cui peculiarità tecniche si sarebbero adattate alle esigenze tecniche di Giampaolo, il quale anelava una seconda punta rapida per il suo prediletto 4-3-1-2. Ma le immodificabili elevate richieste dell’Atletico Madrid hanno impedito l’esito positivo della trattativa, alla fine amaramente sfumata. Così il Milan, dopo un tentativo per Taison, anch’esso declinato dallo Shakhtar Donetsk nonostante il fervente apprezzamento del giocatore brasiliano, ha scelto Ante Rebic. Le caratteristiche dell’attaccante croato, unite a quelle di Suso, dopo l’esperimento pressoché fallito di schierare il fantasista spagnolo come trequartista, avrebbero persuaso Giampaolo a tornare al 4-3-3 di gattusiana memoria, ma dai meccanismi di gioco totalmente divergenti da quelli al tempo impostati dal tecnico calabrese.

La formazione ideale rossonera dovrebbe così delinearsi nel futuro prossimo: l’inamovibile Donnarumma fra i pali, il pupillo di Maldini Theo Hernandez (titolare già a Verona?) ed il perfettibile Calabria sulle fasce difensive, capitan Romagnoli ed il lungodegente Caldara a costituire la coppia difendente centrale;  a centrocampo Bennacer in cabina di regia, fiancheggiato dal polivalente Calhanoglu e da colui la cui incidenza dovrà divenir sempre più devastante per gli opponenti, ovverosia Paquetà; nel reparto offensivo, se dovesse proseguire ancora a lungo il digiuno di Piatek, spazio all’estroso e futuribile Leao, con l’incalzante Rebic come ala sinistra e l’estro di Suso ad illuminare la corsia opposta.

Loading...

RACCOMANDATI