15 Ottobre 2019 | 03:17
  • Milan

Milan, rivoluzione Pioli: come cambiano i rossoneri dopo l’addio di Giampaolo

Il nuovo tecnico rossonero Stefano Pioli deve dare una svolta dopo l'avvio negativo in campionato: come cambia il Milan dopo l'addio di Giampaolo

Milan, rivoluzione Pioli: le differenze con Giampaolo

Il Milan vuole ripartire con Pioli. Dopo l’esonero di Giampaolo, Maldini e Boban hanno voluto sottolineare come l’intenzione dei rossoneri sia quella di ritornare subito protagonisti in Serie A. L’artefice di questo cambiamento dovrà essere proprio il tecnico ex Inter e Fiorentina che, come spiega Emanuele Baiocchini in diretta su Sky Sport 24, presenta numerose differenze con il suo predecessore: “Ci saranno cambiamenti soprattutto nel modulo. Il marchio di fabbrica di Pioli è il 4-3-3, oggi non ha voluto parlare di numeri ma ha detto che l’impostazione tattica che dà alle sue squadre è diversa da quella di Giampaolo. Anche il metodo di lavoro è differente. Personalmente mi ha colpito quando ha parlato di Piatek, lo ha descritto come un giocatore d’area di rigore e in quanto tale per l’allenatore deve essere messo nelle condizioni di colpire in area di rigore, al contrario di Giampaolo che gli chiedeva un gioco più di reparto. I movimenti d’attacco cambieranno, vedremo un centravanti classico vicino alla porta e due esterni larghi che potrebbero essere Suso, Leao o Rebic, in grado di mettere palloni dentro con una presenza costante al’interno dell’area“.

Loading...

RACCOMANDATI

Seguici su Facebook

Aiutaci a crescere!