Napoli, Ancelotti via subito? Spunta una candidatura a sorpresa

De Laurentiis dà fiducia al tecnico dopo il caos dell'ultima settimana, ma occhio a possibili ribaltoni: ecco le piste per l'ipotetico post Ancelotti

Napoli, Ancelotti non ancora al capolinea: la Champions può cambiare tutto

Il momento del Napoli non è di certo dei più rosei, per utilizzare un eufemismo. Lo scialbo 0-0 casalingo contro il Genoa ha contribuito, inevitabilmente, ad alimentare le polemiche scatenatesi nel post Salisburgo, con l’ammutinamento dei giocatori e lo scontro totale con il presidente De Laurentiis. Ci si sarebbe aspettato un inizio di stagione ben diverso dai partenopei, soprattutto in seguito alle operazioni di mercato portate a conclusione in estate. Invece gli azzurri si ritrovano attualmente al settimo posto in classifica, in virtù dei soli 19 punti conquistati in dodici giornate di campionato. Sembra passata un’epoca dall’esaltante 2-0 inflitto ai campioni d’Europa, in un San Paolo gremito e festante. Ora invece è sfollato, spento, rabbioso e il Liverpool incombe come un gigante verso la delicata sfida di Anfield. Ma, secondo quanto riportato dal Corriere dello Sport, il patron del club avrebbe riposto ancora fiducia nel proprio allenatore, ma allo stesso tempo considererebbe capitale l’accesso agli ottavi di finale di Champions League, perché un eventuale non superamento del girone significherebbe fallimento totale.

Napoli, le ipotesi per il dopo Ancelotti: Gattuso in pole

In tale evenienza, quale sarebbe allora il futuro della panchina del Napoli? Tuttosport rilancia un nome sbalorditivo, quello di Gennaro Gattuso. Il tecnico calabrese, dopo il burrascoso finale della scorsa stagione al Milan ed il conseguente divorzio, è tuttora libero e, dopo aver rigettato le proposte avanzategli da Sampdoria e Genoa, potrebbe rispondere positivamente ad un incarico ad interim presso i partenopei. Già, perché l’obiettivo numero uno di De Laurentiis per la prossima stagione resterebbe Gian Piero Gasperini, con più defilati invece Simone Inzaghi e Rolando Maran. Potrebbero dunque risultare decisive per Ancelotti le sfide contro Milan e, soprattutto, Liverpool.

Loading...
Loading...