Mancini rilancia la Nazionale: “Ora dobbiamo pensare in grande”

Roberto Mancini rilancia la Nazionale italiana: "Adesso torniamo a pensare in grande"

Roberto Mancini ct della nazionale italiana
Roberto Mancini ct della nazionale italiana

Roberto Mancini ha parlato di crisi finita per la Nazionale italiana, affermando che adesso sia necessario pensare in grande.

Roberto Mancini, attuale ct della Nazionale italiana, ha parlato di crisi in via d’estinzione per quel che riguarda le recenti tribolazioni azzurre. Nel corso di un’intervista concessa a Il Corriere della Sera, il commissario tecnico ha sottolineato come il peggio sia oramai alle spalle e che il fallimento della mancata qualificazione all’ultimo mondiale, avvenuto sotto la gestione di Giampiero Ventura, è oramai da potersi considerare un evento superato.

Mancini ha tuttavia ribadito che “non bisogna scordarlo perché serva da monito“, eppure le sensazioni che il selezionatore azzurro ha trasmesso mediante le sue parole sono assolutamente positive. La Nazionale italiana sta vivendo un’epoca di rinascita grazie alla riscoperta dei movimenti giovanili, sempre più al centro dell’attenzione dei piccoli e grandi club dopo un periodo di forte appannamento che durava oramai da più di dieci anni.

Non c’è bisogno di Messi

Da quando l’Italia vinse il Mondiale nel 2006 ci fu un progressivo disinteresse nei confronti dei settori giovanili da parte dei club, i quali spesso davano la precedenza giovani fisicamente già molto sviluppati (e non di rado qualitativamente mediocri) nel tentativo di vincere i trofei di categoria, dimenticandosi tuttavia che il fine ultimo di un vivaio è quello di creare giocatori per la prima squadra e per la Nazionale. Ad oggi questo trend si sta finalmente invertendo ed i risultati stanno iniziando ad arrivare anche per le selezioni anagraficamente inferiori (vedasi il recente 3-2 con il quale l’Italia U15 ha battuto i pari età della Turchia, o il 2-0 rifilato dagli azzurrini U19 ad una Francia ricchissima di talenti lo scorso 13 febbraio).

Per quel che riguarda le nuove leve in ottica Nazionale, impossibile non parlare di Nicolò Zaniolo che lo stesso Mancini ha dimostrato di apprezzare moltissimo, confermando il paragone con Pogba. Tuttavia lo stesso ct della Nazionale ha sottolineato che, per quanto una squadra forte debba essere costituita da elementi di valore, affidarsi solamente ai singoli non porti da nessuna parte: “L’Argentina con Messi non ha vinto neanche la Coppa America, e le altre Messi non ce l’hanno. Quindi perché non possiamo pensare di vincere l’Europeo?“.





SNAI SCOMMESSE

© RIPRODUZIONE RISERVATA