Home Serie A notizie Roma Roma, addio De Rossi: "Rispetto la scelta della società, ma devono lavorare...

Roma, addio De Rossi: “Rispetto la scelta della società, ma devono lavorare ancora tanto…”

Roma l'addio di De Rossi tra poco in conferenza stampa

La Roma dirà addio al centrocampista giallorosso Daniele De Rossi, così come annunciato quest’oggi attraverso il proprio profilo Twitter. Per De Rossi non sarà un addio al calcio, come Totti due anni fa, ma solo un addio alla Roma. La carriera potrebbe continuare all’estero con la MLS americana in pole position per il futuro del giocatore.

CONFERENZA – Fra pochissimo inizierà la conferenza stampa di De Rossi per salutare la piazza: presenti tutti i giocatori della Roma con il numero 8 stampato sul fronte della propria maglia, per salutare il grande campione che lascia una piazza ancora non del tutto ripresa dopo l’addio di Francesco Totti.

De Rossi, la conferenza stampa

ROMA – Inizia la conferenza stampa del centrocampista giallorosso.

Cambieresti qualcosa nella tua carriera? 
“Cambierei alcuni fatti di campo, questo si, ma non la mia fede per i colori giallorossi. Se potessi avere una bacchetta magica metterei qualche trofeo in più in bacheca”.

Il futuro di De Rossi? Sai già cosa farai?
“Mi è stato comunicato soltanto ieri, ma non sono uno scemo, dopo tanti mesi di silenzio avevo già capito la situazione. Il mio desiderio è di giocare nonostante l’età e gli acciacchi. Mi farei un torto se non continuassi a giocare a calcio”.

Non credi che avresti meritato di scegliere tu se continuare o meno?
“Ne ho parlato anche con Francesco Totti. Decide la società, non i calciatori, certo spero comunque che il club migliori l’approccio con gli uomini, troppi mesi di silenzio possono destabilizzare. Accetto e rispetto comunque la loro decisione”.

Qualche consiglio per i tifosi dopo questo evento, che segue l’addio di Totti? 
“Posso dare pochi consigli ai tifosi, loro mi hanno fatto innamorare davvero di questa Roma. Posso solo dire di non abbandonare mai la squadra e di stare sempre vicino al gruppo, che merita il loro appoggio”.

Cosa farai al termine della tua carriera da giocatore?
“Vorrei fare l’allenatore, il dirigente mi garba poco, però non è mai detto. Se un domani dovessi cambiare idea sono sicuro che Francesco mi accoglierebbe a braccia aperte”.

L’eredità di capitano romano e romanista è al sicuro con Florenzi?
“La romanità non è una cosa semplice da acquisire, l’essere tifoso e giocatore per la squadra che ami, intendo. Con Alessandro c’è da stare tranquilli e aggiungo che c’è un certo Cristante che, anche se del Nord, ne vorrei altri 100 come lui”.

Domanda per Fienga, accanto a Daniele De Rossi – Com’è nata questa decisione?
“Ne abbiamo parlato con Daniele, abbiamo chiesto scusa per il ritardo ma la decisione è figlia di questa stagione. Ci piacerebbe mantenere De Rossi a Roma per riorganizzare questa azienda ma il suo desiderio è di continuare a giocare a calcio. Noi lo aspettiamo, non come allenatore adesso, questo non è possibile, ma per rientrare in società al fianco di Francesco Totti e al mio posto. Lo ringraziamo per tutto quello che ha fatto e che continuerà a fare con noi anche dopo che avrà smesso. Lui è dirigente nell’animo”.

Loading...

PER APPROFONDIRE

Scopri tutte

Trabzonspor, vicino l’ingaggio di Daniel Sturridge

CALCIOMERCATO TRABZONSPOR - Possibile trasferimento a sorpresa per il forte attaccante inglese Daniel Sturridge, svincolato dopo l'esperienza al Liverpool....
Loading...
 

RACCOMANDATI

ESTERO

Seguici su Facebook

Aiutaci a crescere!