• Roma
  • Serie A
Home Serie A notizie Roma Roma, Ferrero: dichiarazioni d'amore verso il club giallorosso

Roma, Ferrero: dichiarazioni d’amore verso il club giallorosso

Ferrero, presidente della Sampdoria non nasconde l'amore per i colori giallorossi, futuro allaRoma? Ecco come risponde il patron blucerchiato

Roma – L’attuale presidente della Sampdoria ha rilasciato delle dichiarazioni interessanti per quanto riguarda la proprietà del club giallorosso. Già da qualche settimana sono circolate delle news che vedevano un’interessamento di Ferrero alla presidenza della squadra della capitale in caso di improbabile cessione di Pallotta.

Ferrero presidente della Roma in futuro

Il presidente della Sampdoria ospite durante la trasmissione Domenica In ha dichiarato: “Non si deve dire. Ognuno ha un sogno nel cassetto. Quando Pallotta andrà in pensione io sarò pronto, così diamo a questi lupacchiotti la Roma che meritano. Sono romano, romanista e nato a Testaccio, più di così non si può. Per comprare la Roma ci vuole uno che vuole vendere e uno che vuole comprare e ‘Sparlotta’ non vuol vendere”. Giancarlo Ferrero presidente della Sampdoria non ha mai nascosto di poter diventare presidente del club giallorosso in futuro. Queste ultime dichiarazioni non fanno altro che rafforzare l’idea e la percezione d’amore del presidente del club ligure verso la squadra del patron Pallotta.

Inoltre queste ultime parole, coincidono con il periodo in cui il fondo americano York Capital sta provando ad rilevare la Sampdoria. Ferrero cederebbe la Sampdoria per una cifra vicina ai 100 milioni di euro.Nei prossimi giorni sono previsti degli incontri per definire e chiudere la trattativa. Intanto secondo quanto riferito da Sportmediaset, Ferrero sta lavorando in sintonia con il Genoa per la questione Stadio Luigi Ferraris di Genova.

Ferrero una volta completata la cessione della Sampdoria dovrebbe ritornare alla sua più grande passione: il cinema. Parlando del cinema il patron della Doria ha dichiarato: “Il mio amore per il cinema nasce da quando avevo sei anni. Andavo a Cinecittà perchè con grande dignità avevo fame e facendo la comparsa ti davano 100 lire. Scappavo letteralmente di casa. Il calcio mi piace, ma non è l’amore della mia vita. Il campionato è una lunga serialità, ogni domenica si gioca. La prossima settimana giochiamo di sabato però”.

Loading...

Seguici su Facebook

Aiutaci a crescere!