Sampdoria-Atalanta, Depaoli: “Non guardiamo la classifica, contro l’Udinese una finale”

Nuovo pareggio 0-0 per la Sampdoria contro l'Atalanta: Depaoli analizza il match dei blucerchiati e detta la linea per le prossime sfide

Sampdoria-Atalanta, Depaoli dice la sua dopo il fischio finale

Un pareggio a reti bianche a Marassi contro l’Atalanta consente alla Sampdoria di mettere un altro punto da parte in ottica salvezza. Una prova solida da parte dei blucerchiati di Ranieri, che continuano a non pungere in avanti ma sembrano aver trovato finalmente la quadra in difesa. Fabio Depaoli, uno dei più attivi in campo per i suoi, ha analizzato così il match disputato oggi dai padroni di casa in zona mista: “Pensiamo più alla difesa che all’attacco, dobbiamo cercare di servire meglio i nostri attaccanti. Abbiamo corso tanto e secondo me ci è mancata un po’ di lucidità sul finale. Sono contento della fiducia del mister, ma penso più alla squadra che a me stesso. Ora dobbiamo cercare di fare punti“.

L’esterno della Sampdoria ha poi continuato: “Ranieri lavora tanto sulla difesa, non vuole subire reti e nelle ultime due partite si è visto. La classifica non la guardiamo, giochiamo tutte le gare come delle finali perché dobbiamo dare tutto per salvarci. Contro l’Udinese varrà lo stesso principio, è uno scontro diretto che vale una stagione. Quagliarella va aspettato, non ha avuto occasioni. Dobbiamo essere più bravi a servirlo e i goal arriveranno“.

Continua a leggere sotto

Sampdoria-Atalanta, Depaoli dice la sua dopo il fischio finale

Un pareggio a reti bianche a Marassi contro l’Atalanta consente alla Sampdoria di mettere un altro punto da parte in ottica salvezza. Una prova solida da parte dei blucerchiati di Ranieri, che continuano a non pungere in avanti ma sembrano aver trovato finalmente la quadra in difesa. Fabio Depaoli, uno dei più attivi in campo per i suoi, ha analizzato così il match disputato oggi dai padroni di casa in zona mista: “Pensiamo più alla difesa che all’attacco, dobbiamo cercare di servire meglio i nostri attaccanti. Abbiamo corso tanto e secondo me ci è mancata un po’ di lucidità sul finale. Sono contento della fiducia del mister, ma penso più alla squadra che a me stesso. Ora dobbiamo cercare di fare punti“.

L’esterno della Sampdoria ha poi continuato: “Ranieri lavora tanto sulla difesa, non vuole subire reti e nelle ultime due partite si è visto. La classifica non la guardiamo, giochiamo tutte le gare come delle finali perché dobbiamo dare tutto per salvarci. Contro l’Udinese varrà lo stesso principio, è uno scontro diretto che vale una stagione. Quagliarella va aspettato, non ha avuto occasioni. Dobbiamo essere più bravi a servirlo e i goal arriveranno“.

TI PUO' INTERESSARE
SPONSOR

Loading...
Loading...
Loading...
Loading...