Spal-Lazio 2-1: Petagna e Kurtic ribaltano i biancocelesti

Spal capace di rimontare lo svantaggio del primo tempo firmato Immobile con i gol di Petagna (63') e Kurtic (92')

SPAL-LAZIO – Finisce 2-1 per la Spal il match del “Mazza” contro la Lazio. Estensi bravi a ribaltare il risultato con la coppia Petagna-Kurtic. Lazio afflitta dai soliti “malanni” della passata stagione e incapace di chiudere la partita nei momenti cruciali.

Spal-Lazio: sintesi del secondo tempo

Ripresa che inizia senza cambi. Prima sostituzione con Inzaghi che toglie Patric e butta nella mischia Vavro. Seconda frazione che vede sempre la Lazio in controllo alla ricerca di spazi per una Spal che non riesce ad imporsi sull’avversario. Un po’ a sorpresa, gli estensi devono affidarsi a una progressione di Thiago Cionek bravo ad incunearsi in area, ma non altrettanto bravo a trovare la conclusione. La Lazio continua a gestire senza rendersi particolarmente pericolosa.

La Spal, comunque, regala il primo vero squillo del secondo tempo con una conclusione di Kurtic sul primo palo che si spegne sul fondo. Semplici cambia Reca per Strefezza (che si fa ammonire poco dopo) al 61′, e un minuto dopo la Spal pareggia con Petagna, bravo a girare in area un’ottima sponda di Murgia su corner dalla destra. Spal che, comunque, si era dimostrata più propositiva in questo secondo tempo e che viene premiata dal gol del suo uomo di punta. Inzaghi prova ad inserire più qualità buttando nella mischia Correa al posto di Caicedo (scomparso in questa ripresa) e Milinkovic-Savic al posto di Lucas Leiva.

Semplici toglie D’Alessandro per Sala. Lazio che non riesce ad esprimersi sugli stessi livelli del primo tempo, complice, forse, la stanchezza fisica subentrata per il caldo. I centrocampisti biancocelesti sembrano troppo statici e non riescono ad organizzare un buon pressing per rubare palla agli avversari. Radu viene ammonito per aver fermato irregolarmente Di Francesco, mentre Semplici inserisce forze fresche in difesa togliendo Tomovic e inserendo Felipe. Sono proprio gli spallini ad andare vicini al gol col colpo di testa del solito Kurtic che finisce abbondantemente alto sulla traversa.

Una grossa chance la Lazio se la procura con un calcio di punizione dal limite a 6′ dalla fine: Luis Alberto calcia alto. Anche Felipe finisce sul taccuino dei cattivi, dove poco dopo lo raggiunge Acerbi che non le manda a dire a Vavro.

Ma è al 92′ che la partita cambia di nuovo: Kurtic porta in vantaggio i suoi con una conclusione dall’interno dell’area. Il merito della rete va però attribuito, in gran parte, a Federico Di Francesco bravo a liberarsi sulla destra e a mettere in mezzo un cioccolatino raccolto prima da Strefezza (conclusione ribattuta) e poi da Kurtic. Spal che sfiora anche il 3-1 con una conclusione dello stesso Di Francesco che finisce abbondantemente a lato.

Non succede più molto: la Spal batte la Lazio 2-1 e comincia a muovere la classifica. I biancocelesti dovranno lavorare ancora molto se vorranno raggiungere la maturità tanto auspicata.

TI PUO' INTERESSARE
SPONSOR

Loading...
Loading...
Loading...