Torino, Mazzarri: “Ripetere la prestazione del derby, abbiamo dato segnali forti”

Il Torino domani affronta il Brescia: le parole di Mazzarri nella conferenza stampa alla vigilia del match

Torino, Mazzarri parla alla vigilia della sfida al Brescia

Dopo il ko nel derby contro la Juventus, la panchina di Mazzarri sembrerebbe scricchiolare pericolosamente. Il Torino vuole ripartire al più presto, in modo da cancellare un avvio di stagione che ha ridimensionato le aspettative dell’ambiente dopo la passata annata. Intervenuto in conferenza stampa, il tecnico granata ha parlato in questi termini della sfida di domani contro il Brescia: “In Serie A non ci sono risultati scontati. Abbiamo qualche incognita visto che hanno cambiato allenatore. Se ripartiamo dai dati del derby allora sono fiducioso, ma voglio parlare solo di noi“.

Sul momento difficile in casa Torino: “Abbiamo preso atto di tutto. Nel derby abbiamo trovato compattezza e dato segnali forti. Domani dovremo avere lo stesso spirito mostrato contro la Juventus. In settimana ho cercato di lavorare per ritrovare l’aggressività. Nel derby ho visto la fiamma nei ragazzi, dobbiamo avere sempre rabbia agonistica. È da 20 anni che vivo nelle intemperie, ora penso solo a concentrarmi su tutti gli aspetti dei miei giocatori. Contro la Juventus un episodio su un corner letto male ci ha condannati, ma avevamo giocato bene. Per questo ci brucia, ma staremo più attenti“.

Sulla formazione: “Zaza sarà fuori. In rosa abbiamo tanti giocatori da tenere in considerazione. Anche in passato ho avuto tante assenze, ma non voglio parlare di alibi. Dovremo motivare al massimo chi scenderà in campo. Non voglio dire nulla sulla formazione, ma in tanti saranno riconfermati dal derby. Berenguer sta bene, per Iago Falque invece è un’annata particolare. Speriamo di riaverlo presto“.

Sul razzismo e su Balotelli: “Mario è un campione, sta bene fisicamente e sarà molto pericoloso. Mi meraviglio che nel 2019 si parli ancora di razzismo e violenza. Non devono esistere, mi piacerebbe che i tifosi cantassero solo per i propri giocatori senza fare guerriglie. In Inghilterra viene punita anche la violenza verbale, spero che in Italia si arrivi anche a questo“.

TI PUO' INTERESSARE
SPONSOR

Loading...
Loading...
Loading...