in

Pagelle Bologna-Venezia 0-1: Okereke condanna i felsinei, Barrow opaco

Il Bologna cade nel match del Dall’Ara contro il Venezia: decide la zampata di Okereke, felsinei traditi dall’attacco

Esultanza Okereke (Venezia) @Image Sport
Esultanza Okereke (Venezia) @Image Sport

Il Venezia sbanca il Dall’Ara grazie alla zampata di Okereke e a una difesa impermeabile. Il Bologna domina a larghi tratti, tiene più a lungo il pallone, ma non riesce a pungere con Arnautovic e Barrow. La seconda vittoria consecutiva spinge la squadra di Zanetti, ora a quota 15 punti, al tredicesimo posto in classifica. Tanti rimpianti per gli uomini di Mihajlovic, che interrompono la striscia positiva e mancano l’aggancio alla zona Europa League.


Scarica la nostra App


Bologna-Venezia, la cronaca del match

La prima vera occasione del match capita sulla testa di Soumaoro al 14′: il centrale svetta sul corner battuto da Barrow, ma non inquadra la porta. I felsinei sono più aggressivi e riescono a tener palla meglio degli ospiti, frenati dal pressing della mediana rossoblù. La partita vive una lunga fase di studio, poi al 34′ i padroni di casa si rifanno vivi dalle parti di Romero: Svanberg riceve palla al limite dell’area e scaglia un destro insidioso che costringe il portiere argentino a una parata non semplice. È l’ultimo sussulto prima del riposo. Il Bologna torna in campo con lo stesso atteggiamento e si rende pericoloso su un paio di calci piazzati. Al 54’ sul sinistro di Orsolini capita una ghiotta chance, ma la conclusione dell’esterno viene sventata dalla deviazione di Busio. Il Venezia subisce l’intensità degli avversari e Zanetti cerca di scuotere i suoi cambiando qualche pedina.

Le mosse del tecnico incidono subito sull’atteggiamento dei suoi uomini, che trovano abbastanza inaspettatamente il vantaggio al 61’: Busio si porta a pochi metri dall’area bolognese e spinge in qualche modo il pallone sui piedi di Okereke, freddo a superare con un colpo sotto Skorupski. I padroni di casa reagiscono confusamente per qualche minuto, ma intorno al 75’ costruiscono due palle gol con Arnautovic – conclusione velenosa da fuori area – e con Soriano, che manca la zampata sotto misura. Nell’assedio finale, la squadra di Mihajlovic si riversa nella metà campo avversaria, ma rischia di incassare il secondo gol nel recupero in un paio di ripartenze sprecate da Tessmann e Henry. La difesa di Zanetti, impeccabile, resiste agli assalti dei rossoblù e blinda una vittoria di valore enorme. Promossi: Svanberg e Ceccaroni. Il giovane centrocampista, protagonista di una prova convincente sia in fase di rottura che nella proposta offensiva, è stato il più positivo tra i rossoblù. Il centrale ha condotto senza sbavature la retroguardia dei lagunari, capace di imbavagliare Arnautovic e soci. Bocciati: Barrow e Haps. L’attaccante bolognese non è stato in grado di impensierire il Venezia. Qualche imprecisione di troppo per l’esterno ex Feyenoord, anello debole della difesa di Zanetti.

Pagelle Bologna

Skorupski 5.5

Soumaoro 5.5

Medel 5.5

Theate 6

Orsolini 6 (Vignato 6)

Dominguez 6 (Viola sv)

Svanberg 6.5

Hickey 6 (Santander sv)

Soriano 5.5

Barrow 5 (Sansone 6)

Arnautovic 5.5

Pagelle Venezia

Romero 6

Mazzocchi 6.5

Caldara 6.5

Ceccaroni 7

Haps 5

Ampadu 6

Vacca 6 (Tessmann 5.5)

Busio 5.5 (Modolo sv)

Aramu 5 (Kiyine 6)

Okereke 7 (Peretz sv)

Johnsen 5 (Henry 6)

(function(b, s, p, o, r, t) {
b[“broadage”] = b[“broadage”] || [];
if (!b[“broadage”].length) {
r = document.createElement(s);
t = document.getElementsByTagName(s)[0];
r.async = true;
r.src = p;
t.parentNode.insertBefore(r, t);
}
b[“broadage”].push({ “bundleId”: o.bundleId, “widgets”: o.widgets, “accountId”: o.accountId });
})(window, “script”, “//cdn-saas.broadage.com/widgets/loader/loader.js”, {
“bundleId”: [“soccer-mc”],
“accountId”: “8b0aa6e8-712c-4e10-8566-41caadbc8238”,
“widgets”: {
“soccerMatchCenter”: [{
“element”: “DOM_element_id_in_your_website_1637505094959”,
“matchId”: 1530103,
“options”: {
“lang”: “it-IT”,
“commentaryType”: “event”
}
}]
}
});