in

Pagelle Salernitana-Sampdoria 0-2: l’autorete di Di Tacchio e Candreva fanno respirare D’Aversa

Lo scontro salvezza tra Salernitana e Sampdoria termina 0-2 per i blucerchiarti: l’autorete di Di Tacchio e Candreva decidono il match dell’Arechi

Antonio Candreva, attaccante della Sampdoria (@Image Sport)
Antonio Candreva, attaccante della Sampdoria (@Image Sport)

La sfida tra Salernitana e Sampdoria è un vero e proprio scontro salvezza. Nessuna delle due squadre può permettersi di fallire questo appuntamento. Per fare ciò, Stefano Colantuono decide di schierarsi con un 4-3-1-2. Tra i pali c’è Belec. La linea difensiva da destra a sinistra è composta da Zortea, Gagliolo, Gyömber e Ranieri. In mezzo al campo la regia è affidata a Di Tacchio con L. Coulibaly e Kastanos ai suoi lati. Ribéry funge da trequartista a supporto delle due punte Gondo e Djuric.


Scarica la nostra App


Roberto D’Aversa risponde con il suo classico 4-4-2 e Audero tra i pali. Sugli esterni difensivi agiscono Bereszynski ed Augello. La coppia centrale è composta da Ferrari e Colley. La diga di centrocampo vede Ekdal e Thorsby. Sulle fasce Candreva e Verre. La coppia d’attacco CaputoQuagliarella.

Esultanza Sampdoria (@Image Sport)
Esultanza Sampdoria (@Image Sport)

Salernitana-Sampdoria, 0-2, decidono l’autorete di Di Tacchio e Candreva

Nei primi minuti è la Salernitana a cercare di far abbassare gli avversari con una pressione costante, ma è la Sampdoria dopo 10 minuti a farsi pericolosa con Fabio Quagliarella che batte a rete con il destro da buona posizione, ma Belec fa buona guardia e sventa la minaccia con un bell’intervento a terra. Poco dopo tocca a Candreva mettere i brividi allo Stadio Arechi: la sua conclusione sfila alta sulla traversa. Altro brivido per i tifosi granata al al 17′, ma la rovesciata di Caputo non impensierisce l’estremo difensore salernitano.

L’incontro scorre veloce e senza pause, ma a latitare sono anche le occasioni da rete. Al 24′ il primo ammonito è il sampdoriano Bereszynski. La prima conclusione nello specchio della porta per la Salernitana è un colpo di testa di Gondo che non impensierisce l’estremo difensore blucerchiato. Al 35′ doppia occasione per la Samp: da un cross dalla destra di Candreva, il norvegese Thorsby colpisce di testa a pochi metri dalla porta, Belec respinge, la sfera raggiunge Caputo che di prima intenzione calcia, ma ancora una volta il portiere sloveno non si lascia superare. Minuto 40, da un cross dalla sinistra di Candreva nasce la sfortunatissima autorete di Di Tacchio che con il fianco spinge la palla alle spalle del suo portiere. È l’1-0 per la Sampdoria. Due minuti dopo su un contropiede micidiale c’è il raddoppio di Candreva su suggerimento di Quagliarella. È l’ultima emozione della prima frazione di gioco. Dopo un minuto di recupero, Giacomelli manda i due club al riposo.

La prima occasione del secondo tempo è della Salernitana: Ranieri calcia a colpo sicuro verso la porta in semirovesciata, ma Audero compie un vero e proprio miracolo mandando la palla in calcio d’angolo. Un minuto più tardi altro intervento del prodotto del vivaio della Juventus che non si lascia impensierire da un tiro da fuori area. I granata tentano di riaprire la partita, ma i blucerchiati si difendono bene e ripartono sempre in modo pericoloso e solo il VAR toglie a Caputo, in fuorigioco con la testa, la rete del 3-0.

Gli uomini di Colantuono si rendono pericolosi con alcuni colpi di testa e qualche conclusione in mischia, ma la palla sembra proprio non voler entrare in nessun modo. La partita scorre via senza grandi sussulti e dopo 5 minuti di recupero il direttore di gara fischia 3 volte: la Salernitana viene raggiunta dal Cagliari a 7 punti, mentre gli uomini di D’Aversa salgono a quota 12 scavalcando lo Spezia.

Pagelle Salernitana

Belec 6,5
Zortea 5 (dal 55′ Kechrida 5,5)
Gagliolo 6
Gyömber 5,5
Ranieri 6
L. Coulibaly 6
Di Tacchio 5,5 (dal 67′ Schiavone 6)
Kastanos 5,5 (dal 46′ Obi 6)
Ribéry 6 (dal 67′ Simy 5)
Gondo 5 (dal 55′ Bonazzoli 5,5)
Djuric 5

 

Pagelle Sampdoria

Audero 7
Bereszynski 6 (dal 61′ Drăgușin 6)
Colley 6,5
Ferrari 6 (dal 65′ Chabot 6)
Augello 6
Verre 6 (dal 61′ Askildsen 6)
Thorsby 6,5
Ekdal 5,5
Candreva 7
Caputo 6
Quagliarella 6,5 (dall’87’ Gabbiadini)