in

Pagelle Udinese-Verona 1-1: Success ripaga la fiducia, Barak freddo dal dischetto

Termina in pareggio il match della Dacia Arena tra Udinese e Verona: al gol del friulano Success risponde Barak, freddo dal dischetto

Antonin Barak, centrocampista del Verona
Antonin Barak, centrocampista del Verona

Barak risponde a Success: 1-1 alla Dacia Arena

Un rigore dubbio, realizzato nel finale da Barak, permette al Verona di cogliere un pareggio immeritato nella gara della Dacia Arena con l’Udinese. I padroni di casa, passati subito in vantaggio con la rete di Success, non riescono a chiudere la partita dopo aver gestito facilmente l’1-0 e subiscono la beffa a pochi minuti dal fischio finale. Continua il momento positivo degli uomini di Tudor, adesso a 12 punti in classifica. Nonostante la delusione per l’occasione perduta, segnali incoraggianti per Gotti che può essere soddisfatto della prestazione dei friulani.


Scarica la nostra App


Udinese-Verona, la cronaca del match

Già al 3′ si sblocca la gara: Success protegge il pallone dall’aggressione di Ceccherini, guadagna il limite dell’area e batte di precisione Montipò. Primo gol in Serie A alla prima da titolare per l’attaccante bianconero. L’Hellas, che rinuncia inizialmente a Simeone e Caprari, fatica a pungere la difesa dell’Udinese. I friulani giocano un calcio pratico e sfruttano bene i calci piazzati: su uno di questi, al 24’, il portiere degli scaligeri si fa trovare pronto sul colpo di testa ravvicinato di Nuytinck. Due minuti più tardi, ci prova anche Walace con un mancino deviato che non va molto lontano dal palo. Il monologo dei padroni di casa si arricchisce di altre due occasioni intorno alla mezz’ora, quando Montipò è chiamato a interventi complicati su Beto e Molina. Sono gli ultimi sussulti di un primo tempo controllato agevolmente dall’Udinese. La formazione di Tudor si ripresenta in campo con tre cambi: dentro Caprari, Lazovic e Dawidowicz. E il Verona dà timidi segnali di risveglio, arrivando sulla trequarti avversaria con maggiore facilità. I friulani, però, ripartono velocemente e al 62’ Molina spara alto da posizione favorevole. La partita entra in letargo, ma a dieci minuti dalla fine viene rianimata da un episodio: Barak scambia con Simeone, si butta in area e viene toccato da Becao. Il direttore di gara consulta il Var e, tra le proteste dei padroni di casa, decide di assegnare il calcio di rigore. Dal dischetto, Barak firma l’1-1 che archivia il match lasciando l’amaro in bocca alla squadra di Gotti. I migliori: Success e Montipò. L’attaccante nigeriano bagna l’esordio dal 1’ con un gol di pregevole fattura e mette in mostra la sua fisicità facendo a sportellate con i difensori veronesi. L’estremo difensore degli scaligeri tiene in piedi i suoi nella prima frazione sfoderando almeno un paio di parate degne di nota. Bocciati: Lasagna e Kalinic. Tudor li schiera a sorpresa al posto di Simeone e Caprari, ma non riescono mai a impensierire Nuytinck e soci: fantasmi.

Pagelle Udinese

Silvestri 6

Becao 5

Nuytinck 6.5

Samir 6.5

Molina 6.5 (Soppy sv)

Arslan 6 (Makengo 6)

Walace 6.5 (Samardzic sv)

Udogie 5.5

Pereyra 6

Success 6.5 (Stryger Larsen 6)

Beto 6

Pagelle Hellas Verona

Montipò 6.5

Ceccherini 5 (Dawidowicz 5)

Magnani 6

Sutalo 5.5 (Ilic 6)

Tameze 5

Hongla 5 (Lazovic 6)

Veloso 6

Faraoni 5.5

Lasagna 5 (Caprari 6)

Barak 6.5

Kalinic 5 (Simeone 6)