in

Paratici al Tottenham, pro e contro dell’alleanza tra Italia e Inghilterra

Nemmeno il tempo di metabolizzare l’addio alla Juventus, che Fabio Paratici è stato ufficializzato come nuovo dirigente del Tottenham. É l’uomo giusto per la rinascita degli Spurs?

Fabio Paratici dirigente della Juventus
Fabio Paratici, CFO della Juventus

Paratici-Tottenham, i motivi del sì

Fabio Paratici, trasferitosi al Tottenham, ha vissuto ben 11 anni alla Juventus, durante i quali sono stati conquistati ben 19 trofei: l’ex CFO bianconero ha vinto quasi tutto con la società bianconera ed è arrivato anche ad un passo dal vincere l’unica coppa che gli mancava nel suo palmares, la Champions League. Ha trattato e acquistato grandi calciatori, tra cui Tevez, de Ligt, Cristiano Ronaldo, Pogba, Barzagli e Bonucci ed ha saputo gestire nel miglior modo possibile anche tutta l’area sportiva della società bianconera.

Paratici inoltre è stato uno degli artefici del lancio di un allenatore come Antonio Conte nel calcio che conta ed ha ottenuto degli strepitosi risultati, vincendo sempre qualcosa, ogni anno della sua militanza alla Juventus. Tutto questo rappresenta il miglior biglietto da visita possibile per gli Spurs.

Fabio Paratici, ex CFO della Juventus
Fabio Paratici, ex CFO della Juventus

Paratici-Tottenham, i motivi del no

Non è tutt’oro quel che luccica. L’ex dirigente della Sampdoria ha fatto anche i suoi errori, dalla scelta frettolosa di esonerare Allegri per scegliere Sarri, l’allenatore che doveva dare un bel gioco, una precisa identità alla Juventus, all’affare Suarez, con un esame organizzato in fretta e furia per far prendere la cittadinanza italiana all’attaccante sudamericano.

Inoltre alcune scelte in chiave di calciomercato negli ultimi anni, dopo l’addio alla Juve del suo braccio destro Giuseppe Marotta, sono state a dir poco deludenti e questo è stato uno dei fattori che ha influito sulla scelta di non continuare il rapporto con la Juventus. Al Tottenham non sarà per nulla facile, perché dovrà ricostruire una squadra con parecchie lacune e dovrà anche fare i conti con la crisi finanziaria dovuta alla pandemia da Covid-19 che ha colpito tutto il mondo. Quel che è certo è che non si vincono 19 trofei per caso, servono capacità e intuizione: la nuova missione di Fabio Paratici in Inghilterra è appena cominciata.

Sullo stesso argomento
Juventus-Pjanic si gioca al Gamper: Barcellona in attesa, ostacolo liste