in

Pioli rilancia il Milan: “Giovani? Si ma anche molto maturi”

Stefano Pioli, allenatore del Milan @imagephotoagency
Stefano Pioli, allenatore del Milan @imagephotoagency

Dopo la vetta mantenuta nella classifica di Serie A con l’ultima vittoria registrata in campionato, il Milan torna a guardare l’Europa League, con la sfida in programma domani contro il Lille.

L’obiettivo dei sedicesimi di finale della competizione è il grande obiettivo dei francesi, sino ad ora primi a punteggio pieno del Gruppo H e, vincendo anche contro il Milan, potrebbero già archiviare la qualificazione al turno successivo. Attenzione però ai rossoneri, in splendida forma ormai dal post lockdown e, dunque, dalla ripresa dello scorso campionato fino a quello giocato ora, con un primato in Serie A che la dice lunga sulle qualità della squadra di Stefano Pioli.

La conferenza stampa pre match, consueta, del tecnico milanista approfondisce la forma della squadra e quelli che possono rappresentare i reali obiettivi di questa stagione: “Il nostro obiettivo è sempre quello di provare a comandare la partita e di essere sempre propositivi. E’ giusto mettere in risalto la gioventù della nostra squadra, ma la cosa più importante è essere maturi nello stare in campo”.

Il Milan prima della sosta: “Veniamo da un periodo impegnativo con tante partite difficili. Siamo riusciti fino ad oggi ad ottenere ottimi risultati e a fare buone prestazioni, ma sappiamo di essere attesi da altre gare importanti. Quella di domani sera sarà una sfida contro una squadra forte che sta bene come stiamo bene noi e quindi adesso siamo concentrati solo sul prossimo impegno”.

I miglioramenti della squadra: “Il Milan deve essere più preciso negli ultimi metri, dobbiamo migliorare dal punto di vista tecnico e delle scelte. Stiamo attaccando bene la profondità, ma possiamo essere ancora più pericolosi. I tanti elogi? Uno dei nostri punti forza è l’equilibrio. Sappiamo cosa va fatto in campo, ma anche che si può crescere ancora. Possiamo ottenere di più attraverso il lavoro e la nostra dedizione non calerà”. 

Il gruppo con i neo acquisti: “Ragazzi come Diaz e Dalot sono stati presi per le loro qualità. Si sono fatti trovare subito pronti e la cosa ci soddisfa molti. Hanno appreso in fretta i nostri meccanismi ed hanno tanta voglia di crescere”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Vota Articolo

716 points
Upvote Downvote
Angel Di Maria, attaccante del PSG e della Nazionale argentina

Juventus, obiettivo Di Maria: ci ha già pensato Ronaldo

Paulo Fonseca, allenatore della Roma @imagephotoagency

Roma, Fonseca: “Cluj imbattuto da 15 partite. Dzeko-Mayoral? Vedremo…”