PSG, Skriniar: “L’infortunio mi ha rallentato, dispiaciuto per la Champions”

Le parole di Milan Skriniar riguardo la stagione che ha vissuto con il PSG, resa complicata anche dall'infortunio

Francesco Mazza A cura di Francesco Mazza

Dopo aver salutato l’Inter nella scorsa sessione di calciomercato estiva, Milan Skriniar è approdato al PSG, dove non ha vissuto una grandissima stagione. Intervistato a Sport.Aktualy.sk, il difensore si è così espresso: “Dividerei l’anno in due parti: prima e dopo l’infortunio. Quando stavo bene, ero uno dei giocatori più impiegati, tutto stava andando in maniera fantastica. Ho giocato, abbiamo fatto bene, abbiamo vinto, poi è arrivato l’infortunio alla caviglia e questo mi ha rallentato un po’“.

E ancora: “All’inizio si diceva che sarei rimasto fuori per 4/5 mesi, ma dopo due mesi e mezzo sono riuscito a riprendermi. Ho lavorato duro per tornare. Volevo aiutare la nazionale slovacca ed essere pronto per l’Europeo. Ecco perché sono felice di essere riuscito a tornare prima del previsto. Non dico che non ho giocato solo a causa dell’infortunio. L’allenatore, probabilmente, ha pensato che nelle partite difficili gli altri fossero più preparati di me. Ma ho sempre saputo di essere pronto a dare il massimo, anche per 15 minuti di partita”.

Skriniar ha poi concluso: “Bisogna anche rendersi conto che abbiamo due o tre top player per ogni ruolo e non è facile riconquistare il posto. Ma sono comunque felice perché ho giocato in tutte le partite di campionato dopo l’infortunio. Mi ha fatto piacere che l’allenatore mi abbia subito messo in campo. Mi è dispiaciuto non avere giocato la Champions, sicuramente ero pronto, ma l’allenatore ha scelto qualcun altro, cosa che rispetto. Ma anche questo è il calcio. L’allenatore o qualcuno del club, comunque, non sono mai venuti a dirmi che non fossero contenti di me. O che non gli piacesse qualcosa, anzi”.

Si Parla di: