in

Qatar 2022, Brasile di misura: Firmino si sostituisce a Neymar

Roberto Firmino (Brasile)
Roberto Firmino (Brasile)

Se da una parte del mondo si sono appena concluse le qualificazioni in vista degli Europei; dall’altra c’è già chi si sta preparando in vista dello storico Mondiale invernale che si terrà in Qatar nel 2022. L’America, visto un calendario più tranquillo e certamente meno stressante delle selezioni europee, potrebbe trarre vantaggio da queste qualificazioni più soft e più dilatate nel tempo.

Il Mondiale è lontano ma in un certo senso si potrebbero già iniziare a comporre le classifiche e a fare qualche pronostico su quel che potrebbe succedere fra due anni. Il Brasile, rispetto alle ultime due apparizioni mondiali, convince sempre di più. I valori in campo sono chiari e questa volta, anche grazie ad una squadra più “europea” e meno sudamericana subisce meno ed è più concreta.

La testimonianza di questo miglioramento è certamente la gara di ieri fra la Seleçao e il Venezuela. Un Brasile rimaneggiato e senza moltissimi titolari, infatti, ha battuto senza particolari sofferenze una squadra ostica e fisica. Gli assenti, come detto, da Neymar Coutinho, passando per Casemiro Arthur, erano illustri ma la loro mancanza non si sarebbe fatta sentire. Dopo un inizio timido ed impacciato ma giustificabile, viste le tante defezioni, il Brasile ha iniziato a prendere in mano il pallino del gioco.

Il gol vittoria, quello siglato da Firmino, è arrivato al minuto 67 dopo una grande azione di Paquetà. La Seleçao con questo successo di misura fa 3 su 3 e si porta in testa al girone sudamericano ma questo sembrava scontato. Il vero punto su cui bisognerebbe concentrarsi è che un Brasile così solido, forse, non si era mai visto prima.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Vota Articolo

552 points
Upvote Downvote
Osimhen (Napoli)

Napoli, infortunio Osimhen: i tempi di recupero

Vincenzo De Luca Presidente Campania

Covid, Campania zona rossa. De Luca: “Sarebbe meglio mandare a casa questo Governo…”