Rapina a casa Baggio: “Cerca visibilità!” Duro attacco dei figli del Divin Codino

L'ex calciatore e la sua famiglia vittime di una violenta rapina ad Altavilla Vicentina. Critiche all'ex sindaco per la gestione dell'evento

Redazione A cura di Redazione

Giovedì sera, mentre la nazionale italiana affrontava la Spagna, Roberto Baggio ha subito una rapina nella sua villa ad Altavilla Vicentina. Il campione era in casa con la moglie e i figli Mattia e Leonardo, mentre la figlia maggiore, Valentina, si trova all’estero. I malviventi hanno fatto irruzione, terrorizzando la famiglia, che ha scelto il silenzio sui social e con la stampa nei giorni successivi.

I Figli di Baggio contro l’Ex Sindaco

Nelle ultime ore, i figli di Baggio hanno rotto il silenzio, condividendo su Instagram un messaggio della vice sindaca di Altavilla Vicentina, Silvia Burò, contro l’ex sindaco Carlo Dalla Pozza. Quest’ultimo, dimessosi lo scorso gennaio dopo essere stato eletto nel 2019, ha rilasciato numerose dichiarazioni fuori dalla casa di Baggio, suscitando l’ira della famiglia.

“Attorno c’è una siepe quasi impenetrabile,” ha dichiarato Dalla Pozza. “Non si era mai verificata una situazione del genere. Questo episodio è molto grave e crea paura perché coinvolge una task force di cinque persone, un gruppo di professionisti: questi sono criminali veri.” L’ex sindaco ha anche segnalato ai Carabinieri la presenza di una persona sospetta su un SUV bianco nella zona, riferendo inoltre che un parente aveva notato 6-7 individui osservare le ville locali.

Il Messaggio Condiviso

“In un momento così delicato alcune persone, tra cui l’ex sindaco Carlo Dalla Pozza, preferiscono cercare visibilità personale,” ha scritto Silvia Burò, vice sindaca e assessora alla sicurezza, accusando Dalla Pozza di violare la privacy della famiglia Baggio. Valentina, Mattia e Leonardo hanno condiviso queste parole, manifestando il loro disagio per l’attenzione mediatica subita. Leonardo ha aggiunto la parola “Vergogna” per sottolineare il concetto.

Le Indagini

Le indagini continuano ed emergono nuove ipotesi. Si ritiene che la banda di rapinatori, probabilmente proveniente dall’Europa dell’Est, non fosse a conoscenza del fatto che la villa appartenesse a un personaggio famoso come Roberto Baggio. Durante i 40 minuti all’interno della casa, i ladri non hanno toccato i cimeli del campione, concentrandosi invece su una cassaforte che la famiglia non possiede. Hanno rubato solo contanti e gioielli, ignorando la stanza dei trofei dove Baggio conserva oggetti di grande valore, come il Pallone d’Oro, che si trova in un altro luogo.

Le telecamere di sicurezza della villa erano fuori uso a causa di un recente nubifragio, ma gli investigatori stanno analizzando altre immagini della zona per identificare i rapinatori.