Real Madrid, Ancelotti: “Lunin influenzato, la Champions non è un’ossessione”

Carlo Ancelotti ha presentato la finale di Champions League, dove il suo Real Madrid affronterà il Borussia Dortmund nella finale di Wembley

Lorenzo Ferrai A cura di Lorenzo Ferrai

Poco più di 24 ore all’ultimo atto di questa Champions League 2023/24, dove il teatro di Wembley ospiterà Borussia Dortmund-Real Madrid, pronti a scendere in campo per una finale inedita. Blancos nettamente favoriti, con Carlo Ancelotti che ha presentato l’incontro nella consueta conferenza stampa della vigilia, partendo dalla scelta del portiere: “Lunin ha avuto l’influenza. Domani sarà con noi ma in panchina, quindi giocherà Courtois“.

Un’altra finale per Ancelotti, vero specialista della Champions: “Sono contento di essere qui, abbiamo molto rispetto per i nostri avversari. Speriamo vada tutto bene, ho fiducia nella mia squadra, so che i miei giocatori daranno tutto“. Il mister reggiano ha poi dato delucidazioni sulla preparazione del Real Madrid per questa partita: “I giocatori devono avere le idee chiare. Mi concentrerò sull’aspetto tattico. La squadra ha dimostrato qualità e sacrificio. Questa sarà la chiave domani“.

Prima volta a Wembley per il Real Madrid, e Carletto ha illustrato le proprie sensazioni: “È emozionate giocare in questo stadio storico. La Champions non è un’ossessione. L’ossessione è competere e dare il massimo. Ci sono momenti in cui le cose non vanno come vorresti, possiamo dire che la nostra stagione è stata positiva. Domani è la partita più importante. La paura può esserci, è una sensazione che hanno tutti. È normale ma se si supera e si vince, si è più felici“.

Si Parla di: