Real Madrid, dalla festa al futuro: Modric resta in blancos per vincere ancora

Dopo la trionfale vittoria contro il Borussia Dortmund, il Real Madrid celebra il suo successo con una parata e una grande festa allo stadio

Redazione A cura di Redazione Real Madrid

Una notte di gloria a Madrid

A Madrid è tempo di celebrazioni. Il Real Madrid ha conquistato la sua quindicesima Champions League sabato, sconfiggendo il Borussia Dortmund nella finale di Wembley. La città si è vestita a festa per accogliere i campioni d’Europa, che hanno sfilato per le vie della capitale a bordo di un bus scoperto, tra l’entusiasmo dei tifosi. La celebrazione è culminata con un grande evento a Plaza de Cibeles e poi al Santiago Bernabeu.

L’entrata trionfale di Ancelotti

Accolto dai cori sulle note di “Seven Nation Army” dei White Stripes, Carlo Ancelotti è stato il primo a fare il suo ingresso in campo in uno stadio gremito e in festa. “Il miglior allenatore del mondo”, ha annunciato lo speaker, mentre “Re Carlo” ha quasi ceduto all’emozione: “Voglio dire una cosa. Vincere ci dà molta felicità, ma la felicità più grande è il modo in cui la condividiamo con voi. Trascorrere notti come questa è spettacolare. Continueremo tutti insieme a combattere, giocare, vincere, sognare. Con voi e per voi. Questo stadio è capace di generare un’energia che ci ha permesso e ci permetterà di non mollare mai, di fare cose forse impensabili. Tutti sanno che 90 minuti al Bernabeu sono lunghi”, ha dichiarato il tecnico italiano.

Gli eroi della serata

La festa è proseguita con l’ingresso degli altri protagonisti della vittoria. Jude Bellingham è stato accolto dalla canzone “Hey Jude” dei Beatles, mentre Vinicius Jr. è stato celebrato come il futuro Pallone d’Oro secondo i tifosi madridisti.

Toni Kroos, commosso, ha rivolto un messaggio sentito ai fan: “Voglio ringraziarvi per l’ultima settimana, per l’addio indimenticabile in questo stadio. Voglio dirvi grazie per questi dieci anni indimenticabili, dal primo giorno fino ad oggi mi avete aiutato e mi avete dato tanto amore. Vi amo”. Infine, Luka Modric ha quasi annunciato il suo rinnovo con parole cariche di emozione: “Che gioia essere di nuovo qui. Grazie mille per il vostro sostegno durante tutto l’anno. Questa Coppa è anche vostra. Ci vediamo la prossima stagione, ci sono tanti titoli in palio e dobbiamo farci trovare pronti“.

Una celebrazione per ricordare

La serata si è conclusa tra canti, balli e fuochi d’artificio, in una celebrazione che ha reso omaggio non solo alla vittoria della squadra, ma anche alla passione e all’energia dei tifosi. Il Real Madrid guarda già al futuro, pronto a nuovi successi, ma questa quindicesima Champions League resterà per sempre un momento indimenticabile nella storia del club e nei cuori dei suoi sostenitori.