in

Rijeka-Napoli, Gattuso occhio ad Armando Anastasio

Armando Anastasio, terzino sinistro del Rijeka, ex giocatore del Napoli
Armando Anastasio, terzino sinistro del Rijeka, ex giocatore del Napoli

Stasera il Napoli di Gattuso dopo l’ottima vittoria in trasferta contro la Real Sociedad  sfiderà il Rijeka nella gara valevole per la terza giornata di Europa League. Una partita senza precedenti tra le due squadre ma fondamentale per i partenopei che, con una vittoria, darebbero un segnale forte al girone che li vede al secondo posto alle spalle dell’Az Alkmaar. Proprio alla luce della sconfitta contro gli olandesi, il Napoli dovrà evitare di sottovalutare i croati che si affideranno al bomber di casa Kulenovic con 4 goal all’attivo in campionato e uno in Europa League, nel disastroso Ko per 4-1 in Olanda contro l’AZ.

Altro giocatore a cui dovrà fare attenzione il Napoli è Armando Anastasio, classe 1996 cresciuto proprio nelle giovanili dei partenopei, anche se non è mai riuscito ad esordire in prima squadra. Una carriera caratterizzata da tanti prestiti, Piacenza, Albinoleffe, Carpi, Parma e Cosenza fino ad approdare al Monza di Berlusconi a titolo definitivo nel Luglio 2019. Qui lo scorso anno disputa una delle migliori stagioni della sua carriera ottenendo la promozione in Serie B. In estate poi la chiamata dalla Croazia e la decisione di accettare il prestito per confrontarsi su palcoscenici importanti a livello europeo.

In settimana Anastasio ha dichiarato al Corriere del Mezzogiorno: “È stata una bella emozione, ero felice quando ai sorteggi abbiamo pescato il Napoli, sarà stato un segno del destino. Una bella emozione ma bisognerà metterla da parte, c’è una partita da giocare. Il Napoli è una squadra che non si discute, sta facendo un percorso con un allenatore forte, ha avuto uno scivolone con AZ e Sassuolo ma è una squadra da temere. Può capitare una partita così, ma questo non mette in dubbio il valore della rosa e del gioco. Fare gol giovedì? Vivo le emozioni, non ci ho pensato, ma non credo che sarebbe una mancanza di rispetto verso qualcuno se dovessi esultare. Io ero piccolo quando andavo in prima squadra, il primo ritiro l’ho fatto con Benitez, con alcuni giocatori sono rimasto in ottimi rapporti”.

Questa sera il giovane terzino del Rijeka sfiderà il suo passato, una sorta di ritorno anche se dovrà cercare di mettere da parte l’emozione per aiutare la propria squadra a centrare l’impresa. I ragazzi di Gattuso non possono fallire questa ghiotta opportunità contro un avversario sicuramente alla portata, ma oltre a bomber Kulenovic, dovranno far attenzione ad un pericolo in più. Occhio ad Armando Anastasio!

Vota Articolo

734 points
Upvote Downvote
I pronostici vincenti dell'Europa League@imagephotoagency

Pronostici di giovedì 5 novembre: tutti i consigli sulla 3ª giornata di Europa League

Jordan Veretout, centrocampista della Roma @imagephotoagency

Roma-Cluj, streaming gratis: la gara in Diretta LIVE Hesgoal