in

Roberto Carlos in ESCLUSIVA: “Tifo Inter in Serie A. Ronaldo, Lukaku o Ibrahimovic? Ecco il migliore. Pirlo alla Juventus…”

Roberto Carlos, ex giocatore di Inter e Real Madrid
Roberto Carlos, ex giocatore di Inter e Real Madrid

In esclusiva ai nostri microfoni Roberto Carlos, uno dei difensori più forti della storia del calcio. L’ex terzino di Inter, Real Madrid e Fenerbahce ha ripercorso alcune fasi della sua carriera, soffermandosi anche sulla lotta scudetto nel campionato italiano

Roberto Carlos in ESCLUSIVA: “Pirlo alla Juventus? Come Zidane al Real Madrid”

L’Inter ci aveva visto giusto nell’estate del 1995, un “po’ meno l’allora tecnico dei nerazzurri Roy Hodgson che, ritenendolo indisciplinato tatticamente, ne favorì la cessione al Real Madrid. Voluto fortemente da Fabio Capello, Roberto Carlos aveva già fatto intendere di che pasta fosse fatto con la maglia del Biscione. 118 reti in 986 presenze totali in carriera, vincitore di tre Champions League e di 2 Coppe Intercontinentali con le merengues, ma soprattutto della Coppa del Mondo nel 2002.

Roberto Carlos, ex Real Madrid @Image Sport
Roberto Carlos, ex Real Madrid @Image Sport

A margine dell’Ottava edizione di Football for Friendship (F4F), un programma sociale internazionale annuale per bambini implementato da Gazprom dal 2013, Footballnews24 ha avuto l’onore di intervistare l’ambasciatore Globale Roberto Carlos. L’ex terzino di Inter, Real Madrid e Fenerbahce ha ripercorso le fasi salienti della sua carriera, soffermandosi anche sull’attuale situazione del campionato italiano e sul duello tra Inter, Milan e Juventus.

LEGGI ANCHE Calciomercato Inter, per Dzeko non è finita: l’agente ci prova

La sua carriera professionale iniziò al Palmeiras con cui vinse subito due campionati brasiliani. Una squadra che, oltre a Roberto Carlos, poteva contare su Edmundo, Zago, Rivaldo, Eivar giocatori che, come lei, sarebbero approdati in Italia. Dagli anni ’80 ai ’90, la Serie A è stata popolata da numerosi giocatori brasiliani, da Falcao ad Aldair, da Socrates a Careca, Ronaldo, Cafu, Emerson, fino a Kakà e Ronaldinho. Perché secondo lei il numero di brasiliani che scelgono di venire in Italia oggi è in costante diminuzione?

“A causa di questi tempi difficili, molti giovani giocatori sono stati chiamati a giocare per la prima squadra e hanno fatto un ottimo lavoro. Un giocatore che ha catturato l’attenzione della gente in Brasile è Gabriel Veron. Recentemente è stato chiamato da Tite a giocare per la nazionale”.

Roberto Carlos, Zinedine Zidane, Ronaldo ai tempi del Real Madrid (2006)
Roberto Carlos, Zinedine Zidane, Ronaldo ai tempi del Real Madrid (2006)

Ronaldo o Zidane, doppio passo o roulette, due campioni assoluti, cosa apprezzava di uno e cosa ammirava dell’altro?

“Entrambi sono i calciatori più importanti del mondo e sono felice di aver giocato con loro”.

LEGGI ANCHE Friendship Football, Roberto Carlos regala maglie autografate per “I love football”

Dopo la sua esperienza al Real Madrid ha deciso di continuare la sua carriera in Turchia al Fenerbahce. Il calcio in Turchia è stato spesso teatro di scontri e incidenti tra tifosi, soprattutto durante il derby intercontinentale contro il Galatasaray. Come si vive in quelle zone, che clima si respira prima di una partita del genere?

“Mi è piaciuto molto giocare tutte le partite di Fenerbahçe-Galatasaray. Erano sempre molto intense e tutte memorabili.  Hanno una buona struttura e hanno tutti gli strumenti per fare una buona stagione. Non credo che manchi qualcosa nel calcio turco. La struttura è buona e anche il potenziale, una volta che hanno imparato una mentalità vincente, il calcio turco può andare lontano”.

Roberto Carlos, ex Real Madrid, Inter e Fenerbahce
Roberto Carlos, ex Real Madrid, Inter e Fenerbahce

Il rispetto per gli altri, l’uguaglianza e l’amicizia sono i valori che ispirano Football Friendship. Ha vissuto la disuguaglianza sulla sua pelle nelle favelas, ma nonostante le difficoltà è riuscito a raggiungere un grande successo. Qual è il messaggio che può dare ai bambini che sperano un giorno di realizzare i loro sogni proprio come è successo a lei?

“Ricorda che tutti i muri che esistono sono solo nella tua mente. Qualsiasi ostacolo si presenti sulla tua strada, puoi superarlo se credi in te stesso e tratti gli altri con rispetto. Uno dei valori chiave di Football for Friendship è l’equità, e dando pari opportunità a tutti aiutiamo a realizzare un futuro più luminoso e più giusto”.

Roberto Carlos, ex Inter e Real Madrid
Roberto Carlos, ex Inter e Real Madrid

In Italia al momento c’è un certo equilibrio tra Inter, Milan, Juventus, Roma e Napoli. Chi vede come favorito per la vittoria finale?

“Da interista ovviamente mi aspetto che l’Inter diventi campione. Spero che l’Inter con Javier Zanetti possa vincere il campionato italiano”.

LEGGI ANCHE “Calcio per l’amicizia”: Roberto Carlos nominato Ambasciatore globale

La Juventus ha fatto bene ad affidarsi a Pirlo?

“Penso che scegliendo Pirlo la Juve spera di ripetere la storia di Zidane nel Real Madrid. Penso che proprio come Zizou avrà bisogno di tempo”.

Cristiano Ronaldo (Juventus), Ibrahimovic (Milan) e Lukaku (Inter)
Cristiano Ronaldo (Juventus), Ibrahimovic (Milan) e Lukaku (Inter)

Lukaku, Ronaldo, Ibrahimovic chi preferisce e perché?

Cristiano Ronaldo. È chiaro che Ibrahimovic è un riferimento per il Milan, e continua a segnare gol alla sua età. Anche Lukaku è un grande giocatore che ha un suo stile. Ma conoscendo Cristiano e giocando con lui posso sicuramente dire che è il miglior attaccante. Tenendo conto di quanto si allena, penso che manterrà la sua posizione di leader come uno dei migliori attaccanti del mondo per i prossimi tre o quattro anni”.

Sullo stesso argomento  Haaland-Real Madrid, c'è l'accordo: distanza con il Dortmund
Cairo Presidente del Torino

Calciomercato Torino, ancora affari con la Juventus: contatti per un centrocampista

Lorenzo Pellegrini (Roma)

Serie A, 10 squalificati per la 21^ giornata