Roma, Ag. Malcom: “Al Barcellona per ripicca”

L’agente di Malcom è tornato sul mancato trasferimento alla Roma. Ecco il duro attacco alla società capitolina.

Non finisce qui il triangolo Malcom-Roma-Barcellona. L’asse, infatti, sembra essere destinato ad infiammarsi sempre di più dopo le parole dell’agente del calciatore, trasferitosi tra le fila dei blaugrana. Leonarco Cornacini, uno degli agenti dell’attaccante ex Bordeaux, è tornato sulla spiacevole vicenda che ha coinvolto la società giallorossa ed i blaugrana.

Parole agente di Malcom sulla Roma

L’agente del brasiliano ha attaccato i capitolini dicendo che ha deciso, e si assume la responsabilità di quanto successo, di non portare più il suo assistito nella capitale dal momento che la dirigenza italiana non si è comportata bene nei loro confronti.

Spunta, infatti, un retroscena che spiegherebbe questa situazione: prima di trattare Malcom, insieme ai capitolini, ad un’altra trattativa, quella per Daniel Fuzato, portiere classe 1997, che è passato dal Palmeiras proprio alla Roma.

Quest’operazione, che di fatto era stata impostata proprio con Cornacini, la Roma avrebbe deciso di farla chiudere ad un altro agente con cui nessuna delle due parti si era mai interfacciata. In questo modo l’agente avrebbe perso la commissione sull’affare.

Questo sgarbo è costato caro ai giallorossi: l’agente, infatti, ha apertamente dichiarato che il mancato trasferimento di Malcom è stata una ripicca per questa scorrettezza precedente.

Ma non finisce qui: sempre secondo le parole dell’agente, riportate ai microfoni di Tuttomercatoweb, l’agente ha dichiarato che anche in questa trattativa Monchi avrebbe coinvolto, senza il suo consenso, altri intermediari. Il rischio di un nuovo caso-Fuzato, dunque, sarebbe stato dietro l’angolo.

Insieme al giocatore, allora, i due hanno deciso che la destinazione migliore per lui ed il suo futuro non fosse la Serie A, bensì la Liga, destinazione Barça.

Roma-Malcom: è causa

Dopo queste dichiarazioni dell’agente di Malcom, la società della Roma ha deciso di portare in un’aula di tribunale non solo gli agenti del giocatore, ma anche il Bordeaux stesso, facendo causa. Staremo a vedere come si risolverà questa spiacevole vicenda, che di certo non fa bene né al calcio italiano né tantomeno a quello internazionale, gettando un enorme punto interrogativo sul ruolo di agenti ed intermediari nel mondo del calcio.

Ricordiamo che, alla fine, al netto di tutto questo caos, il brasiliano si è trasferito al Barcellona per 41 milioni di euro più 1 di bonus, con il ragazzo che ha siglato un accordo quinquennale nel quale è stata inserita una clausola rescissoria da 400 milioni di euro.

TI POTREBBE INTERESSARE

Roma, Fonseca fa un passo indietro: Borja Mayoral non incide

Una Roma bruttina pareggia in casa contro il CSKA Sofia, nella seconda giornata di Europa League, e fallisce una ghiotta opportunità di allungare in classifica su Cluj e Young...