Roma, caccia al nuovo ds: spunta Rangnick

La Roma è a caccia del nuovo ds. Dopo l'addio di Petrachi e la promozione di De Sanctis, spunta un nome di respiro internazionale: quello di Ralf Rangnick

La Roma targata Dan Friedkin è intenzionata più che mai ad innalzare il proprio livello, tecnico e societario. Di fatto, entrambe le cose vanno di pari passo e ad una forte struttura organizzativa corrisponde sempre un riscontro positivo sul rettangolo verde. La figura che desta maggiore curiosità ed interesse è quella del ds, al secolo direttore sportivo. In casa giallorossa tale ruolo è occupato ora da Morgan De Sanctis, sotto la supervisione dell’amministratore delegato Fienga. Ma, come riporta La Gazzetta dello Sport, la Roma ha aperto la caccia al nuovo ds e tra le idee della nuova dirigenza c’è anche Ralf Rangnick. Il tedesco era stato ad un passo dalla panchina del Milan, trattativa sfumata causa la riconferma di Pioli. Ora, a Roma potrebbe occuparsi soltanto di faccende legate alla direzione sportiva, promuovendo il suo modus operandi.

Milan, non solo Ibrahimovic: Rangnick prepara la rivoluzione rossonera
Ralf Rangnick, ex allenatore e dirigente del RB Lipsia

Roma, idea Rangnick: largo ai giovani

La nuova Roma di Friedkin vedrà sorgere un nuovo organigramma societario e, di fatto, ciò dovrà avvenire in tempi ristretti. L’inizio della nuova stagione è alle porte e, se il calciomercato la accompagnerà per l’intera prima parte, servirà al più presto chi di trattative si occupa in prima persona. Il nome di Rangnick non è casuale, né segue la moda del momento. Il tedesco sarebbe altamente funzionale al concetto di azienda promosso da Friedkin, in termini di investimento a lungo termine.

Infatti, Rangnick si è dimostrato un maestro nella gestione dei giovani, da sempre presenza notevole all’interno del centro sportivo di Trigoria. Fondere cantera e nuove risorse significa costruire il futuro, affiancando ai giovani elementi di esperienza. Qualora dovesse andare in porto tale ingresso societario, alla Roma occorrerà tempo per assimilarlo. Tempo che, nella Capitale, spesso viene concesso con il contagocce: sarà rivoluzione anche in questo aspetto? Intanto, il calciomercato della Roma parte da dietro, con un’intero reparto da ricostruire >>> CONTINUA A LEGGERE

NOTIZIE PER TE

Roma, a Milano senza Smalling e Mancini: servirà una prova da Champions

Dopo un'estate tormentata in virtù delle vicende insistenti di mercato che hanno visto coinvolti in particolar modo Edin Dzeko, in uscita ad un passo dalla Juventus, e Smalling per quanto...

Roma, Mancini positivo a Covid-19

Il Covid-19 non da tregua alla Serie A. Anche la Roma colpita proprio a pochi giorni di distanza dalla super sfida di San Siro contro il Milan. Lo ha...