Roma, c’è Speranza per la riapertura dell’Olimpico (tuttoroma24.it)

L’Olimpico potrebbe riaprire in vista delle gare dell’Europeo. Il Governo ha dato il via libera. L’ultima parola sarà del CTS.

Roma, c’è Speranza per la riapertura dell’Olimpico

Visit Direct Link

Lo Stadio Olimpico potrebbe riaprire molto presto al pubblico. Il Ministro Speranza ha comunicato alla Federcalcio la disponibilità del Governo Draghi a riaprire lo stadio romano in vista del prossimo Europeo. Saranno quattro le partite che l’Olimpico dovrebbe ospitare con la presenza di pubblico: la gara di apertura della manifestazione l’11 giugno contro la Turchia; il 16 giugno contro la Svizzera; il 20 contro il Galles e infine uno dei quarti di finale. I dubbi da sciogliere sono ancora molti, ma il primo “sì” è stato già inoltrato all’Uefa. Si dovrà lavorare per garantire il 25% della capienza, che è una delle condizioni dettate dall’organismo sportivo per poter riaprire al pubblico le gare dell’Europeo. Il Governo è al lavoro per raggiungere questo obiettivo. Molto dipenderà dalla situazione sanitaria nazionale, la forma di partecipazione dovrà essere compatibile con il quadro epidemiologico. Non c’è ancora un vero e proprio ultimatum ma le rassicurazioni devono giungere per tempo nelle mani dell’Uefa. Prima della riunione dell’Esecutivo Uefa del 19 aprile o al massimo entro il 29 aprile quando si tornerà ad affrontare la questione “vendita biglietti”.

Aprile lo Stadio per il bene del Paese

Il fatidico “sì” non era un risultato scontato, per via della curva dei contagi che non tende a rallentare e per il ritmo delle vaccinazioni che procede a rilento. E poi ci sono anche altri settori, come quello dello spettacolo e dei concerti, colpiti dalla crisi economica, che con un pizzico di “gelosia” hanno messo a serio rischio la “disponibilità a riaprire l’Olimpico” da parte del Governo. Ecco che l’Europeo potrebbe diventare il simbolo della rinascita e della ripartenza italiana. Un ottimo risultato che fa bene a tutto il Paese, non solo al calcio, come ha detto il presidente Gravina. La palla passa al Comitato tecnico-scientifico, che dovrà valutare la presenza di pubblico sulla base del quadro epidemiologico e dell’andamento delle vaccinazioni. Nel frattempo si spera in una curva dei contagi finalmente in fase calante, si dovrà poi prevedere il distanziamento, l’accesso controllato ai vari settori dello stadio e tutta un’altra serie di misure di sicurezza per garantire nel migliore dei modi l’idoneo svolgimento della manifestazione europea.

Franck Ribery, attaccante della Fiorentina

Dalla Francia al Bayern, fino alla Fiorentina: “Scarface” Ribery compie 38 anni

Moise Kean attaccante del PSG

Calciomercato Juventus, da Icardi a Kean: è caccia al bomber