in

Roma-Fiorentina, due promesse pronte a decollare

Paulo Fonseca, allenatore della Roma @imagephotoagency
Paulo Fonseca, allenatore della Roma @imagephotoagency

Insieme a Napoli-Sassuolo, l’altra gara delle 18:00 è quella che vedrà sfidarsi Roma Fiorentina. Le due squadre arrivano allo scontro diretto di oggi con umori simili e non esattamente altissimi. La formazione di Fonseca, dopo il buon pareggio ottenuto in casa della capolista, il Milan di Pioli, in cui ha dimostrato di avere ottime trame di gioco, ha deluso in campo europeo nella sfida contro il più che abbordabile CSKA Sofia. La Fiorentina, invece, dopo un inizio choc in cui sembrava non riuscire più a vincere, è riuscita finalmente a portare a casa i tre punti nella sfida del turno scorso contro l’Udinese.

IachiniFonseca si sfideranno per la seconda volta e lo scenario di desolazione dello stadio Olimpico sarà lo stesso. Quella di stasera sarà un sfida offensiva fra due squadre che, certamente, sono più belle quando hanno il pallone fra i piedi e on quando devono difendere la propria porta. A proposito di difesa, però, la Roma potrebbe contare su un recupero importante, quello di Chris Smalling. Il centrale inglese, già da giovedì a dimostrato di essere un elemento importante, forse imprescindibile. Scenario diverso, quello della Fiorentina, che invece dovrà fare a meno di German Pezzella. L’argentino stasera non ci sarà e non è certamente il migliore dei modi per affrontare un avversario come Edin Dzeko.

C’è poi la questione riguardante il futuro dei due tecnici. Fonseca al momento resta al timone di una Roma che sta plasmando come meglio crede e che, nonostante le persistenti voci di mercato, continua a riporre grande fiducia in un tecnico importante e che fino ad ora, se si esclude il passo falso contro il Siviglia, ha fatto benissimo. Il lusitano non protesta, ma, come il migliore dei tifosi, abbassa la testa e lavora. E risultati sono sotto gli occhi di tutti. La Roma, infatti, non perde in campionato da 13 partite e l’unica sconfitta ottenuta gli è stata inflitta d’ufficio per il caso Diawara.

Diversa è invece la situazione per Beppe Iachini che dal mercato ha ottenuto molto ma che però ha fatto poco per i valori presenti in rosa. La Fiorentina è una squadra promettente che gioca al calcio e che avrebbe le qualità giuste per fare bene. Il tecnico della Viola però sino ad ora non è mai riuscito a dare quel plus ad una squadra alla quale manca sempre un per far trentuno. Ecco perché, forse, il nome di Sarri, tecnico accostato ad entrambe le formazioni, farebbe meglio ai toscani.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Vota Articolo

741 points
Upvote Downvote
Inzaghi

Torino-Lazio, pronostico e streaming gratis: la gara in diretta LIVE Hesgoal

Edinson Cavani (Manchester United)

Manchester United-Arsenal, pronostico e streaming gratis: la Diretta LIVE Hesgoal