in

Roma, Fonseca tuona: “Non mi dimetto”

La Rona non si sbilancia sul proprio futuro, ma l’ombra di Sarri si allarga su Fonseca. Il presente del tecnico giallorosso è nella Capitale, mentre nel futuro la separazione sarà inevitabile

Il tecnico della Roma Paulo Fonseca in conferenza stampa
Il tecnico della Roma Paulo Fonseca in conferenza stampa

Un esonero a questo punto della stagione avrebbe poco senso, se non per insanabili dissidi interni. Ne è a conoscenza la Roma, ne è a conoscenza lo stesso Paulo Fonseca. A meno di clamorosi e storici risvolti nel ritorno contro il Manchester United, il tecnico portoghese dovrà salutare la Capitale a fine stagione ma non ha alcuna intenzione di abdicare autonomamente. Vuole portare a termine una stagione travagliata, fatta di sogni e speranze, ma anche di troppe delusioni.

L’aver gettato alle ortiche numerosi scontri diretti in campionato, così come l’andata inglese di Europa League ha confermato i dubbi dei Friedkin. Gli americani, riporta Il Corriere dello Sport, hanno chiesto un confronto con Fonseca a Trigoria, rinunciando poi alla separazione. Non mi dimetto, dunque, suggeriscono parole e gesti del mister della Roma. Ma Sarri resta il pole position e un esonero a fine stagione è ormai solo da formalizzare.

Antonio Conte (Inter)

Inter, appello Marotta: “Conte? Spero che resti”

Fabio Paratici, CFO della Juventus

Calciomercato Juventus, occhi puntati sul gioiellino del Valencia