in

Roma, Mourinho forza quattro: una vittoria per raggiungere García

La Roma scenderà in campo questa sera contro la Salernitana: il tecnico José Mourinho insegue il record di Rudi García e punta al quarto successo consecutivo

José Mourinho, allenatore della Roma @Image Sport
José Mourinho, allenatore della Roma @Image Sport

La sfida contro la Salernitana

Archiviata giovedì la pratica Trabzonspor in Conference League, con una vittoria agevole per 3-0, che ha visto anche il ritorno al goal di Nicolò Zaniolo in una gara ufficiale, 400 giorni dopo l’ultima volta, la Roma di José Mourinho si prepara a scendere in campo questa sera contro la Salernitana del tecnico Fabrizio Castori; il club neopromosso si è arreso per 3-2 nella gara d’esordio contro il Bologna, dopo aver segnato la rete dell’1-2 al 70′.


Scarica la nostra App



Leggi anche:


Il tecnico portoghese si appresta a schierare allo Stadio Arechi di Salerno gli undici scesi in campo nella sfida europea di Conference League; l’unica eccezione è Zaniolo, che dovrà scontare un turno di squalifica a causa del rosso rimediato nella gara d’esordio in Serie A contro la Fiorentina, vinta dalla Roma per 3-1. Stephan El Shaarawy e Carles Pérez si sfidano quindi per una maglia fin dal primo minuto, mentre completano il tridente Lorenzo Pellegrini e Henrikh Mkhitaryan. In attacco nessun dubbio: Tammy Abraham, atteso al primo goal in Italia dopo la sfortunata traversa colpita nel match contro il club viola.

La corsa al record di Rudi García

La Roma arriva all’appuntamento di questa sera con la consapevolezza di giocare un calcio convincente e propositivo. Il tecnico portoghese, conosciuto per tentare di alzare continuamente l’asticella, rincorre il record raggiunto dall’ex tecnico giallorosso Rudi García nel 2014 di 4 vittorie nelle prime 4 gare ufficiali.

[irp]

L’obiettivo è alla portata. Mourinho dovrà lavorare sulla forza mentale dei giocatori, che dovranno svolgere una partita molto attenta, soprattutto se il risultato non dovesse sbloccarsi da subito; il club neopromosso ha dimostrato di essere molto pericoloso in contropiede e cercherà sicuramente gloria, spinto dai propri tifosi. In ogni caso, il tecnico ex Inter è già entrato nella storia del club giallorosso, dal momento che, come riportato da Opta, negli ultimi 30 anni è stato l’unico, insieme al tecnico francese, ad esser stato in grado di vincere le prime tre partite ufficiali in tutte le competizioni. Ora lo Special One è atteso da una nuova sfida.