in

Roma, Mourinho: “Il Cagliari è una squadra in crescita, Oliveira ha grande personalità”

Il tecnico Josè Mourinho ha parlato in conferenza stampa presentando la gara di Cagliari, match valido per la ventiduesima giornata

Mourinho
José Mourinho, tecnico della Roma

Il tecnico della Roma Josè Mourinho ha rilasciato delle dichiarazioni in conferenza stampa in vista della gara contro il Cagliari. Il match si disputerà alle ore 18:00 domenica 16 gennaio nella cornice dello Stadio Olimpico di Roma. Il club giallorosso è reduce dalla sconfitta rocambolesca contro la Juventus. Inoltre nel corso di questa settimana Tiago Pinto ha definito l’arrivo di Oliveira dal Porto.

Che partita si aspetta domani?                                                                                                          Il Cagliari è una squadra in crescita, a fine stagione non saranno dove sono ora. Hanno un allenatore di esperienza e anche diversi giocatori, vengono a Roma per fare punti e all’Olimpico hanno già vinto con la Lazio. Noi abbiamo fatto un punto nelle ultime tre, è una partita importante. Dobbiamo reagire a livello mentale e non è facile. Non avremo nemmeno il pubblico, perchè cinquemila persone all’Olimpico vuol dire avere lo stadio vuoto. Mi dispiace per tutti quelli che sarebbero voluti venire e devono rimanere a casa.”

In che ruolo può giocare Oliveira? Può essere il nuovo rigorista?
“Non avrei mai pensato di prenderlo in prestito, considerando quanto è importante nel Porto. Non è un regista, non penso faccia la differenza a livello di organizzazione. Sergio ha grande carattere e personalità di cui abbiamo bisogno, è cresciuto in un contesto che io conosco molto bene e ho subito pensato che fosse il giocatore giusto per noi.”

Come sta El Shaarawy?
Non si è allenato con noi mai una volta cosi come Smalling e Karsdorp. Vedremo se oggi potrà allenarsi per andare in panchina, sicuramente avremo tanti assenti con almeno quattro o cinque Primavera in panchina.”

Veretout lo vede un po’ appannato?
“La nostra rosa può sembrare grande, ma in realtà ci sono 13-14 giocatori che giocano sempre. In condizioni normali nessun giocatore deve essere così importante, per esempio Karsdorp fino alla scorsa settimana era assolutamente indispensabile. Con Cristante e Oliveira e Pellegrini stiamo recuperando giocatori a centrocampo e anche Veretout potrà recuperare energie, nelle ultime partite non è stato benissimo ma è sempre molto importante per noi.”

Come sta Spinazzola?                                                                                                            “Qualche pazzo ad agosto diceva che a novembre sarebbe stato con la squadra. L’ha detto lui? Allora anche lui era un pazzo ottimista. Ha un infortunio molto serio, deve stare tranquillo. Dal primo giorno ho pensato di non averlo per tutta la stagione, tutto quello che ci sarà di meglio sarò contento.”