in

Salernitana, parla Iervolino: “Faremo il possibile per rimanere in Serie A”

Il neo presidente della Salernitana Danilo Iervolino ha chiarito le sue idee su come intende gestire il Club, tra un presente da migliorare e un futuro da costruire

Danilo Iervolino, nuovo presidente della Salernitana
Danilo Iervolino, nuovo presidente della Salernitana

Intervenuto durante la conferenza stampa di presentazione, Danilo Iervolino ha risposto alle domande dei cronisti per la prima volta da presidente della Salernitana. Questi i punti più importanti del suo intervento:

L’accoglienza dei tifosi: “L’accoglienza dei tifosi mi dà una gioia incredibile, sono davvero felice di essere qui. Sono stato travolto da un amore straordinario, forse inaspettato. Vogliamo una Salernitana ricca di professionalità, di livello assoluto. I presidenti Lotito e Mezzaroma, l’amministratore Marchetti e il Ds Fabiani hanno svolto un buon lavoro ma non hanno toccato le corde del cuore“.

Sabatini: “Parliamo di un dirigente che ha sempre lavorato per grandi squadre. Durante il nostro colloquio mi ha fatto impazzire la sua professionalità, la sua voglia di vincere. Sono convinto che ci siano tutti i presupposti per regalare grandissime soddisfazioni alla tifoseria”.

Colantuono: Ad oggi non abbiamo avuto la possibilità di parlare con l’allenatore. Dovrò prima parlare con Sabatini, tra domani e dopodomani. Dopodiché terrà una conferenza stampa, in cui si soffermerà anche sul mercato. Nessuno vuole retrocedere, vi daremo più informazioni presto”.

Una promessa ai tifosi: “Voglio che i tifosi si avvicinino alla Salernitana portando avanti un progetto di cui andare fieri. Vi chiedo soltanto di avere pazienza, faremo il possibile per mantenere la categoria e per garantire un futuro straordinario ad una grande piazza”.

Le prime mosse da presidente: “Non ho ancora parlato con Sabatini, voglio discutere quanto prima possibile per avviare il nostro progetto. Se c’è da spendere lo faremo, se c’è da comprare dei calciatori stanchi toglietevelo dalla testa. Mi confronterò con l’area tecnica e con la dirigenza, avremo un nuovo statuto comportamentale nei confronti di tutti”.